I cittadini di Castellanza ci mettono la faccia: “Costruiamo una città migliore”

castellanza associzioni campagna sindaco

CASTELLANZA – La società civile, quella che non guarda agli schieramenti, alla direzione in cui soffia al vento, perché non ha tempo per perdersi in chiacchiere e la prima cosa a cui pensa è: rimboccarsi le maniche per fare, ci ha messo la faccia. Per realizzare l’originale campagna di sensibilizzazione finalizzata a promuovere il senso civico e far riflettere la comunità su una serie di problematiche che, semplicemente con il buon senso, non sarebbero tali.

Bella idea

Sei temi di grande attualità e impatto sulla vita quotidiana di una comunità e quattro realtà associative castellanzesi. Più l’amministrazione, l’Archivio fotografico italiano diretto da Claudio Argentiero, il feeling tra Castellanza e l’arte della fotografia e il gioco è fatto. Sono questi gli ingredienti della campagna di sensibilizzazione denominata “I castellanzesi ci mettono la faccia”, lanciata da Palazzo Brambilla e che ha coinvolto il Corpo musicale di Santa Cecilia, la protezione civile, il gruppo Alpini e l’Associazione nazionale dei carabinieri in congedo. Ogni realtà testimonial civile di uno dei temi scelti: il rispetto del codice della strada e la sicurezza al volante, la lotta al gioco d’azzardo, l’impegno civico nel volontariato, la difesa dell’ambiente, la sicurezza e il controllo di vicinato e le deiezioni canine che lordano strade, marciapiedi e parchi.

«Abbiamo voluto fare questa azione per sensibilizzare i cittadini su un tema fondamentale come quello del senso civico– spiega il sindaco di Castellanza Mirella Cerini -.E per farla abbiamo utilizzato i volti di cittadini castellanzesi che hanno accettato di metterci la faccia. Per questo motivo desidero ringraziare l’Afi – Archivio Fotografico Italiano per l’ideazione della campagna e la realizzazione dei manifesti a costo zero per il Comune, salvo i puri costi di stampa, i componenti del Corpo Musicale Santa Cecilia, della Protezione Civile, dell’Associazione Nazionale Alpini sezione di Castellanza, dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo, che hanno creduto in questo progetto e hanno messo le loro facce. Un grazie ovviamente anche agli assessori e consiglieri con i quali ho condiviso l’idea e la realizzazione. La speranza è che questa iniziativa serva ad educare i cittadini e che faccia comprendere loro il senso di responsabilità che nasce nel momento in cui si vive l’appartenenza ad una comunità».

L’assessore ai Servizi sociali Cristina Borroni ha anche sottolineato «l’intenzione di voler ricreare fiducia nella comunità, necessaria affinché il vivere insieme sia anche uno stare bene insieme. Come del resto è accaduto proprio collaborando con le varie associazioni nelle fasi di realizzazione di questa campagna».

Ogni manifesto è corredato da una fotografia che ha anche valore di testimonianza storica in vista della creazione di un grande archivio fotografico cittadino e da uno slogan, pensato e tagliato su misura per ogni argomento scelto per la campagna. Nei prossimi giorni i manifesti verranno affissi negli spazi comunali.

cittadini castellanza città migliore – MALPENSA24