Più sicurezza e unione tra cittadini grazie al controllo del vicinato a Cassano

controllo vicinato cassano magnago

CASSANO MAGNAGO –  Il progetto del controllo del vicinato è uno strumento di prevenzione della criminalità che presuppone la partecipazione attiva dei cittadini cassanesi in una determinata zona e la collaborazione di questi ultimi con il Comune di Cassano Magnago e le Forze di Polizia. Il progetto, che è iniziato nel corso del secondo mandato dell’Amministrazione di Nicola Poliseno, si è diffuso in città e sta sempre più coinvolgendo la cittadinanza.

Collaborazione con le forze dell’ordine

Gli obiettivi che del controllo del vicinato sono: coadiuvare le Forze di Polizia nella prevenzione del crimine e nella individuazione delle condizioni che lo favoriscono aumentando la percezione di sicurezza e la vigilanza; favorire lo sviluppo di una cultura della partecipazione alle tematiche della sicurezza urbana e della collaborazione attiva dei cittadini attraverso una comunicazione veloce e organizzata; migliorare il rapporto tra le Forze di Polizia e l’intera comunità cassanese grazie allo scambio di informazioni attraverso le persone volontarie che si sono messe a disposizione con ruolo di coordinatore; creare relazioni educative tra i vicini di casa. Tra i gruppi di controllo del vicinato costituitisi a Cassano Magnago il 13 aprile di quest’anno è nato il gruppo di controllo del vicinato di via Marco Polo, ricomprendente le vie Marco Polo, Vespucci, Magellano, Mazzel, Salvo D’Acquisto.

Senso civico a Cassano

Da subito molte persone si sono iscritte al gruppo, in seguito molte altre si sono aggiunte. Tutti i partecipanti sono animati da un reale interesse per il controllo della zona abitata, del quartiere e dei dintorni. Ciò deriva da uno spiccato senso civico favorito dalla forte unione che si è creata tra gli abitanti. Un bell’esempio, a testimonianza di questo patto della sicurezza, è stata la cena organizzata martedì 16 luglio all’aperto, al Bakery Street. Una cena con cibo cucinato e in tavole allestite dai residenti. E così, tra sane risate, qualche colorita frase in dialetto, un racconto e tanti ricordi, amicizie nate, contatti ritrovati, hanno condiviso un momento splendido, il primo di una serie che li vedrà ancora insieme. «Come sindaco – commenta Nicola Poliseno – ho molto apprezzato l’iniziativa e mi sono complimentato con tutti gli organizzatori per l’originale iniziativa».
Il consigliere comunale delegato al controllo del vicinato Edoardo Franchin ha presenziato alla cena sottolineando che «questo è un gruppo del controllo del vicinato che andrebbe preso come modello, considerata la funzione sociale di questo progetto». Il merito è «soprattutto del gruppo, partendo dalla coordinatrice Nicoletta Stagni, con il suo enorme impegno, per arrivare a ogni singolo aderente del C.V. Marco Polo. Il controllo del vicinato, prima di essere tale, deve basarsi su un buon vicinato, sul dialogo col proprio vicino e qui, in via Marco Polo, oltre al dialogo, si cena e si scherza insieme, tutto bellissimo ed è ancora l’inizio. Che altro aggiungere se non che andiamo avanti, sempre più uniti e convinti!»

controllo vicinato cassano magnago – MALPENSA24