A Malpensa sdoganati rari pesci ornamentali e coralli

malpensa dogana pesci coralli

MALPENSA – I funzionar dell’Agenzia delle dogane in servizio a Malpensa hanno effettuato nello scorse ore, in collaborazione con il Posto di ispezione frontaliera, lo sdoganamento di alcune partite di pesci vivi, giunte nelle scorse ore con spedizioni cargo dal Giappone e dall’Australia.

Carpe e coralli

Si tratta di più di 880 esemplari tra pesci ornamentali, carpe koi (japanese koi carp) provenienti dal Giappone e coralli proveniente dall’Australia. Oltre ai controlli sanitari effettuati sulle spedizioni, è stata anche verificata la presenza dei certificati Cites necessari per i coralli, in osservanza alla Convenzione di Washington, che regolamenta il commercio di rare specie di animali e piante minacciate dall’estinzione in 182 Paesi del mondo.

Animali vivi in aereo

Attraverso lo scalo internazionale di Malpensa sono numerosi gli arrivi di animali vivi, i cui controlli vengono effettuati dal Posto d’Ispezione Frontaliero del Ministero della Salute (mediante il veterinario ufficiale), in sinergia con i funzionari dell’Adm grazie all’interfaccia telematica dello “Sportello Unico Doganale”. La “digitalizzazione” dell’intero processo di sdoganamento consente un controllo combinato (interoperabilità attiva) tra le due Amministrazioni, con riduzione dei tempi e costi di sdoganamento, il miglioramento della qualità dei controlli e conseguenti maggiori vantaggi per le aziende.

Tre tigri alla Cargo City. Decollano da Malpensa dopo gli elefanti

malpensa dogana pesci coralli – MALPENSA24