Sacco azzurro Agesp, fine del rodaggio a Busto: da luglio sarà raccolto ogni 15 giorni

busto agesp rifiuti

BUSTO ARSIZIO – Fine del rodaggio, la “rivoluzione” della raccolta rifiuti Agesp all’ultimo step. Da lunedì 1° luglio il sacco viola va definitivamente in pensione: la spazzatura indifferenziata potrà essere esposta solo nel sacco azzurro taggato e verrà ritirata ogni 15 giorni e non più con frequenza settimanale. Tra le novità annunciate da Agesp, la possibilità di portare direttamente in discarica i sacchi con le lettiere dei gatti o gli assorbenti e la previsione di un piano estivo di ripristino della raccolta settimanale dell’indifferenziato dalla prossima estate 2025.

L’annuncio

A partire da lunedì 1° luglio 2024, la raccolta della frazione indifferenziata dei rifiuti con il “nuovo” sacco azzurro dotati di tag r-fid sarà attiva su tutto il territorio comunale – si legge nella nota d Agesp Spa – dopo ormai 6 mesi di “rodaggio”, con l’introduzione progressiva nei vari quartieri della novità del sacco taggato associato a ciascuna utenza (intestataria TARI) ed una tolleranza transitoria finalizzata a permettere ai cittadini di potersi abituare gradualmente alla nuova modalità operativa, siamo giunti al momento in cui si rende necessaria l’applicazione delle modalità complete, e sin dall’inizio previste, di esecuzione della “raccolta puntuale” dei rifiuti.

Verso la tariffa puntuale

Dal mese di luglio, dunque, il conferimento del secco indifferenziato nell’ambito della raccolta “porta a porta” (sia per utenze domestiche che non domestiche) dovrà essere eseguito unicamente con i sacchi azzurri taggati e la frequenza di ritiro diventerà quindicinale, come indicato nei calendari di raccolta 2024 distribuiti a inizio anno.
Si anticipa che, dall’anno prossimo, è già stato previsto un piano “estivo” di ripristino nei mesi più delicati – giugno, luglio, agosto – della frequenza settimanale di raccolta del secco, azione che non è possibile introdurre quest’anno in quanto è fondamentale procedere con almeno 6 mesi di “misurazione puntuale” della frazione indifferenziata associata ad ogni utenza per poter poi eseguire correttamente i calcoli necessari all’introduzione della Tariffa Puntuale, che, come noto, viene calcolata in parte in base alla reale produzione di rifiuto conferito dall’utente e che, nel nostro comune, sarà introdotta dal 1° gennaio 2025.

Cosa cambia

Dal 1° luglio 2024, quindi, i sacchi viola non saranno più ritirati, così come i sacchi azzurri non conformi (non forniti da AGESP e quindi non taggati, riempiti in maniera non corretta, ecc.):
verrà, nel caso, applicato un adesivo rosso che riporterà l’indicazione dell’irregolarità e le
istruzioni da seguire per il confezionamento corretto del sacco. Per scongiurare il perdurare di eventuali situazioni irregolari che dovessero presentarsi, si prevederanno controlli mirati e, se necessario, si ricorrerà a sanzioni da parte dell’autorità competente. Contestualmente, sempre dal 1° luglio, per riscontrare positivamente le richieste dei cittadini per la gestione di specifiche situazioni, si darà la possibilità alle utenze domestiche di conferire i propri sacchi azzurri taggati contenenti lettiere di gatti e/o deiezioni di animali domestici o assorbenti femminili direttamente al Centro Multiraccolta di Via Tosi, in modo da poterli conferire senza una periodicità predefinita ma in base alle loro esigenze.

Il messaggio di Agesp Spa

Desideriamo, infine, richiamare l’attenzione sul fatto che, in questo periodo di transizione,
caratterizzato da diversi incontri pubblici, campagne informative, chiarimenti e attività finalizzate a rendere il più fluido possibile l’accoglimento della novità, siamo partiti con situazioni di forte preoccupazione, e talvolta anche di tensione, da parte dei cittadini, per poi tendere gradualmente all’attuale condizione, che vede, pur non mancando episodi di mancato rispetto delle regole, il sostanziale comportamento corretto dell’utenza, ed anzi, in numerose circostanze, ci è stato fatto notare come “eseguendo bene la differenziazione dei rifiuti, alla fine il sacco azzurro fatichi ad essere riempito ogni due settimane”. La società desidera, infatti, ringraziare tutti i cittadini per la collaborazione con la quale hanno contribuito al buon esito di questa prima fase di introduzione della raccolta puntuale, con la consapevolezza che l’impegno richiesto, in taluni casi dal punto di vista operativo/logistico ed in altri di parziale rimodulazione delle proprie abitudini, non sempre sia stato trascurabile.

Per informazioni sono attivi il Servizio Clienti Igiene Ambientale: numero verde 800.439.040; e-mail: igiene.ambientale@agesp.it

busto arsizio agesp sacco azzurro – MALPENSA24