Trenord, 270 treni cancellati in un mese. Astuti: «Disagi continui ai pendolari»

pendolari treni milano

MILANO – Continuano a destare allarme i continui disservizi riguardanti Trenord. È di ieri la notizia che nell’ultimo mese sono stati cancellati oltre 270 treni e spesso in presenza di un deficit di informazioni per i pendolari. Il neoconsigliere regionale Samule Astuti, eletto in provincia di Varese nelle file del Pd interviene: «L’attenzione su quanto sta accadendo in Trenord deve rimanere alta. Non è accettabile in alcun modo che oltre 270 treni in un mese vengano cancellati. A esserne danneggiati non solo i pendolari e le loro famiglie che vivono quotidianamente sulla loro pelle il disagio derivante da questa gestione, ma è tutto il sistema economico e produttivo della nostra Regione». Secondo il rappresentante d’opposizione al Pirellone, «il buon funzionamento del sistema ferroviario in Lombardia rappresenta un asset decisivo per il rilancio lombardo, sia nelle sue zone centrali ma soprattutto nell’ottica di una maggior valorizzazione delle periferie. Ora che la giunta è nei suoi pieni poteri è prioritario intervenire quanto prima con decisione e fermezza».