Busto, Comitato Accam: “Superati i limiti delle polveri sottili. Chiudetelo”

busto comitato accam

BUSTO ARSIZIO – «I parametri delle polveri sottili sono già stati superati due volte. Chiudete Accam il prima possibile». Lo scrive il Comitato Ecologico Inceneritore e Ambiente di Borsano. Una nota che arriva qualche giorno prima la riunione di Accam programmata per venerdì 28 giugno.

«Abbiamo scoperto – si legge nella nota – che Arpa  è intervenuta due volte in questi pochi mesi di attività del 2018 e dopo l’intervento costato 3,5 milioni di euro, perché fuori legge nel superamento dei valori limite delle polveri. Questo parametro è stato superato, con intervento di ARPA, anche due volte nel 2016 e due volte nel 2017. Eppure Accam aveva comunicato che, con l’intervento di  cambio dei filtri portandoli a secco, questo problema si sarebbe risolto. La realtà dice che non è vero. Nonostante siano stati spesi 3,5 milioni di euro il problema resta e questo ci preoccupa».

A fronte di tali parametri la conclusione del Comitato e la seguente: «Questi episodi di inquinamento fuori legge sono periodici e non sappiamo ancora quali siano gli effetti sulla salute. Visto che l’inceneritore è il peggiore per rendimento energetico di tutta la Lombardia e che Regione Lombardia ha affermato che il 5% di quanto bruciato non è strategico, quindi se si decide di spegnerlo non ci sono problemi, chiediamo che, nella riunione del 28 giugno 2018, i soci trovino la soluzione per chiuderlo nel 2021, come stabilito, o anche prima.  Mantenendo però la società per nuove sfide tecnologicamente pulite, poiché i tempi dicono che l’era dell’incenerimento è finita».

 

busto comitato accam – MALPENSA24