Busto, troppa gente ancora in giro. Ora i controlli arrivano dal cielo. Con i droni

busto droni polizia locale controlli

BUSTO ARSIZIO – Scendono in campo, anzi si alzano in cielo i droni per controllare chi va in giro senza motivo. Sono ancora molti gli indisciplinati in città. Lo dicono i numeri resi noti dall’assessore alla Sicurezza Massimo Rogora: «Solo negli ultimi tre giorni gli agenti hanno controllato 468 persone e 33 attività commerciali. E denunciato 32 persone poiché trovate per strada senza che avessero un motivo valido».

Insomma la sensazione è che per Busto giri ancora troppa gente quando invece dovrebbe rimanere chiusa in casa. «Purtroppo poi – continua Rogora – ci sono anche posti in cui, appena la polizia locale punta il muso dell’auto, si verifica un fuggi fuggi generale. Ed è per questo che da qualche giorno stavamo lavorando per riuscire a utilizzare i droni. Ora, grazie a un nutrito numero di volontari, siamo riusciti a organizzare una squadra».

Volontari? «Certo, perché per comandare un drone occorrono una serie di permessi, mentre noi dobbiamo intervenire con tempestività. E così abbiamo contattato alcune associazioni di appassionati che si sono messi a disposizione per fare da supporto all’attività della polizia locale. Insomma grazie ai droni riusciremo a garantire un controllo ancora più efficace».

Il primo decollo è stato programmato per lunedì: «Non abbiamo ancora stabilito in quale parte della città proveremo per la prima volta questo tipo di controllo – conclude Rogora – ma se il primo volo andrà, come credo, bene organizzeremo altre squadre per controlli più mirati».

busto controlli droni gente casa rogora – MALPENSA24