Assalto al Comune di Gallarate, per i Sinti condanne tra i 7 e gli 11 mesi

GALLARATE – Assalto al Comune di Gallarate, arrivano le condanne in primo grado per i quattro Sinti che il 31 dicembre 2018 lanciarono bottiglie contro il municipio, spaccarono i vetri della porta d’ingresso e insultarono e minacciarono il sindaco di Gallarate Andrea Cassani. Erano i giorni del primo sgombero dell’area di via Lazzaretto a Gallarate: i Sinti cercarono di entrare in comune.

Le condanne

La procura ha chiesto il giudizio immediato per i quattro immortalati da diversi video. Le difese, tra cui gli avvocati Gianluca Fontana e Barbara Bruzzese, hanno chiesto, e ottenuto, il rito abbreviato. Processo discusso oggi, venerdì 5 luglio, davanti al giudice del tribunale di Busto Arsizio Rossella Ferrazzi, L’accusa aveva chiesto condanne comprese tra un anno e un anno e 2 mesi. La sentenza di primo grado ha visto Rosario Casagrande condannato a 11 mesi e 10 giorni, Patrick Casagrande condannato a 9 mesi e 10 giorni, Claudiano Ferrari a 7 mesi e 10 giorni e Gary Zucchetti a 7 mesi e 10 giorni. Sul fronte penale i quattro imputati sono stati condannati sia per le minacce che per i danneggiamenti.

I risarcimenti

Sul fronte dei risarcimenti il giudice ha concesso 3mila euro per il danneggiamento dei due vetri della porta d’ingresso di Palazzo Borghi, negando invece i 40mila euro chiesti dal Comune per i danni d’immagine. Le motivazioni saranno depositate in 20 giorni. Possibile il ricorso in Appello.

Sinti di Gallarate, via al processo per l’assalto al municipio. Comune parte civile 

gallarate assalto comune sinti condannati – MALPENSA24