Famiglie in difficoltà, a Gallarate Irca raccoglie fondi per gli aiuti alimentari

gallarate irca aiuti alimentari 01

GALLARATE – A Gallarate nasce una nuova iniziativa di solidarietà per il territorio: a lanciarla oggi, mercoledì 23 settembre, è stata Irca, storica impresa attiva dal 1919 nel settore della panificazione e della pasticceria. Il progetto, che gode del patrocinio del Comune e avverrà in collaborazione con il Banco per la Famiglia Madre Teresa di Calcutta si propone di fornire assistenza alimentare alle famiglie in difficoltà.

Il ricavato andrà a favore del Banco per la Famiglia Madre Teresa di Calcutta

Alla presenza di Andrea Cassani, sindaco di Gallarate, della vicesindaco Francesca Caruso e dell’assessore Claudia Mazzetti, Paolo Perego, Ceo di Irca, ha illustrato con Renato Chiodi, presidente di Confcommercio Gallarate e Giovanna Anzini, relatrice di Univa, l’iniziativa nelle sede dell’azienda. Il progetto consiste una raccolta fondi, tra i propri dipendenti e alla quale parteciperà l’impresa stessa, finalizzata a fornire generi alimentari alle persone in difficoltà economica a seguito degli effetti dell’emergenza Covid-19: il ricavato andrà a favore del Banco per la Famiglia Madre Teresa di Calcutta di Gallarate, che opererà in coordinamento con i principali enti caritatevoli del territorio sulla base delle reali necessità delle famiglie.

gallarate irca aiuti alimentari 02

Le associazioni impegnate sul territorio

Donando 25 euro le associazioni si impegnano ad acquistare una cesta di generi alimentari a misura del destinatario sufficienti per una persona per 15 giorni; Irca supporta l’iniziativa con la donazione di una cesta per ogni suo collaboratore. «Da quando sono diventato sindaco – ha osservato Cassani – ho conosciuto a Gallarate delle sacche di povertà che non mi aspettavo, e la situazione si è inasprita per la crisi generata dalla pandemia. Su questo fronte sono impegnate da anni associazioni come il Banco per la Famiglia, Caritas e la comunità pastorale di San Vincenzo, in un territorio nel quale si trova anche una realtà come Malpensa. E bisognerà tenere alta l’attenzione per quando alle aziende sarà data la possibilità di licenziare. Anche il Comune ha fornito aiuti con pacchi alimentari o direttamente in denaro; a volte ne è stato però fatto un uso improprio, acquistando beni che non erano di prima necessità. Questa operazione farà sì che non ci siano sperperi».

gallarate irca aiuti alimentari 03

Innescare un meccanismo di emulazione

Antonio Bonicalzi, presidente del Banco per la Famiglia Madre Teresa di Calcutta, ha illustrato filosofia e modus operandi dell’associazione: «Far del bene agli altri è far del bene a noi stessi. Seguiamo come volontari circa centocinquanta famiglie, fornendo un pacco basico, corrispondente a un pasto al giorno, per circa un mese. Tra le nostre attività c’è anche la testimonianza nelle scuole per diffondere la cultura del rispetto e dell’attenzione».
«Dopo l’emergenza sanitaria ho sentito il dovere di contribuire in prima persona con la donazione dei pacchi alimentari, trovando il sostegno del Banco che già da anni lavora con le famiglie in difficoltà, aumentate negli ultimi mesi», ha ricordato Perego. «In questa iniziativa ci mettiamo però anche a disposizione delle altre aziende che vogliano imitarci». Come ha sottolineato Anzini, portavoce di Univa, è possibile innescare un meccanismo di emulazione: «Il fatto che sia scalabile permette di coinvolgere altre realtà. In questo modo l’impresa non è solo sinonimo di creazione di valore economico, ma diventa scrigno di valori sociali: oggi Irca ne dà un corretto esempio».

La golosa impresa dell’Irca di Gallarate: da 100 anni porta dolcezze nel mondo

gallarate irca aiuti alimentari – MALPENSA24