La golosa impresa dell’Irca di Gallarate: da 100 anni porta dolcezze nel mondo

irca dolci gallarate cioccolato

GALLARATE – «Chi inizia a lavorare qui, non se ne va mai. Perché valorizziamo i dipendenti, che hanno passione per quello che fanno. Ecco, Irca è arrivata a cento anni grazie a questo». Più che un’azienda di prodotti alimentari, una grande famiglia: così Gianpaolo Perego, Ceo di Irca, sintetizza successo e storia di quella che potrebbe essere la fabbrica di Willy Wonka made in Gallarate, che oggi 18 maggio ha aperto le sue porte per un grande family day in occasione del centenario. Un compleanno speciale frutto della dedizione di ogni singolo dipendente. Una storia di dolcezza, che dalla città dei Due Galli è arrivata in 70 paesi del mondo.

La forza dei dipendenti

Protagoniste del giorno di celebrazione di cento anni di successi sono state quindi le famiglie dei dipendenti. Che hanno invaso la sede centrale gallaratese, immersi nei colori e nei profumi dei prodotti che la Irca produce e distribuisce ovunque: gelati, cioccolato, torte, prodotti per la panificazione. Una gamma quantomai completa «siamo tra i primi importatori di nocciole, trattiamo ben sette tipi di pistacchi, copriamo completamente tutta la gamma di creme, cioccolato, gelati» spiega Perego. Per un totale di 110mila tonnellate di prodotti annui, fra le sedi di Gallarate e Vergiate e quelle in Usa, Belgio e Vietnam. Un’espansione continua «a cui siamo arrivati gradualmente. Arrivare a 100 anni è un vanto perché ci riescono in pochi, e noi lo abbiamo fatto crescendo in modo costante». Il segreto, appunto, i dipendenti: 380 in Italia, quasi 850 nel mondo: «Continuiamo ad assumere. Prepensionamento? Quota cento? Non sappiamo cosa siano, abbiamo persone che lavorano qui, felici, da 40 anni. Questa è la vera soddisfazione».

La nostra sfida è soddisfare i consumatori

L’espansione non pare conoscere confini, «se non i limiti oggettivi». Le vendite all’estero stanno per raggiungere e superare quelle in Italia, «anche perché fare le cose oltreoceano è più semplice», ma il cuore resta lì dove tutto è cominciato nel 1919, a Gallarate: «Il fulcro di tutto rimane qui, la sede centrale non si sposta perché Gallarate è dove è nato tutto. Siamo un settore in cui per fortuna conta ancora il contatto umano, la competenza, l’amore per quello che si fa». Cento anni sulle spalle, ma lo sguardo proiettato tutto al futuro: 20 milioni di investimenti nei prossimi 30 mesi, con l’espansione della sede di Vergiate, l’implementazione di tecnologie e nuove linee di produzione. «Le idee certo non ci mancano, e studiamo per accontentare sempre più i gusti dei consumatori, che sono diversi da città a città. Che sono sempre più attenti a qualità e gusti: la nostra sfida è soddisfarli. Esportando la dolcezza made in Italy nel mondo».

irca dolci gallarate cioccolato – MALPENSA24