L’Autonomia differenziata è legge. Euforica la Lega, Candiani: “Evviva!”

autonomia candiani lega
Fabrizio Cecchetti, segretario leghista della Lombardia, il ministro Roberto Calderoli e il deputato varesino Stefano Candiani mostrano la copia del provvedimento appena approvato alla Camera

ROMA – L’Autonomia differenziata è legge. In mattinata, oggi 19 giugno, dopo una maratona parlamentare durata tutta la notte, arriva alla Camera il secondo e definitivo sì al disegno di legge, che di fatto attua la riforma del Titolo V della Costituzione così come stabilità fin dal 2001. L’Aula di Montecitorio ha licenziato il provvedimento (relatore il ministro Roberto Calderoli) con 172 sì, 99 voti contrari e 1 astenuto. Favorevoli i gruppi della maggioranza di centrodestra, contrari le opposizioni. Un secco no a poche ore dal primo via libera in Senato di un’altra riforma, quella del Premierato che, come si sa, vede le stesse opposizioni sulle barricate.

Ad esprimere la soddisfazione della Lega, che per l’Autonomia si è spesa senza soluzione di continuità in tutti questi anni (ricordiamo il referendum lombardo del 2017), è Stefano Candiani, parlamentare di Tradate che ha subito diffuso il suo commento, stringatissimo quanto eloquente: “L’Autonomia è legge. Evviva!”. Di parere opposto il centrosinistra che intravede nella norma una spaccatura nel Paese, tra Regioni virtuose e Regioni in difficoltà, tra Nord e Sud.

Il provvedimento riguarda 23 materie, sulle quali è stata appunto chiesta l’autonomia differenziata. Tra queste è compresa la Sanità. Inoltre, l’Istruzione, lo Sport, l’Ambiente, l’Energiua, i Trasporti, la Cultura e il Commercio Estero. Ma per ottenere una o più forme di autonomia occorrerà determinare i cosiddette Lep, cioè i criteri che determinano il livello di servizio minimo che dovrà essere garantito in modo uniforme tra le Regioni. Per determinare i Lep, in altri termini per definire i costi e i fabbisogni standard, bisognerà avviare la ricognizione della spesa storica dello Stato in ogni Regione negli ultimi tre anni. Insomma, siamo soltanto all’inizio.

Attilio Fontana: “Notizia eccezionale”

“L’Aula della Camera ha definitivamente approvato il Ddl sull’Autonomia differenziata. Una notizia eccezionale per la Lombardia e per i lombardi che, sette anni fa, con un referendum, avevano espresso in maniera chiara e netta la volontà di andare in quella direzione. Con l’autonomia avremo più competenze in diverse materie e potremo confermare la nostra capacità amministrativa rendendo ancora più forte la nostra regione. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e in particolar modo il ministro Calderoli che ha dato un impulso deciso per raggiungere questo traguardo. Con l’autonomia la Lombardia sarà libera di correre ancora più velocemente!”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, sui suoi profili social, commenta l’ approvazione del Ddl alla Camera.

autonomia candiani lega – MALPENSA24

 

.