Basket, coach Riccardo Eliantonio: “per i Legnano Knights obiettivo playoff”

Legnano Knights Riccardo Eliantonio
Riccardo Eliantonio (coach Legnano Knights)

LEGNANO – Il nuovo progetto dei Legnano Knights, con il ritorno della squadra in serie B, passa dalle sapienti ed esperte mani di coach Riccardo Eliantonio. Il quale non si nasconde dietro a un dito e vede la sua squadra potenzialmente da playoff. Poi, come sempre, sarà il campo a parlare.

La nuova avventura dei Knights

Marco Tajana è carico come una molla. Ha passato tutta l’estate a cercare un titolo per tornare in un basket più competitivo, quello della serie B, che sappia offrire un prodotto migliore ai tifosi e alla città. E’ andata in porto l’operazione dello scambio dei diritti con Saronno, abbiamo fatto il mercato e… eccoci qua. Io e i dirigenti ci conosciamo tutti da tanto tempo ed è bastato davvero poco per trovare l’intesa. C’è grande voglia di fare bene e di fare qualcosa di importante per Legnano. Ci siamo trovati subito in perfetto accordo su tutto.

La costruzione della squadra

La costruzione della squadra è stata molto veloce. Siamo stati bravi e abbiamo lavorato in sinergia, con la ciliegina sulla torta dell’ingaggio di Tommaso Marino, un playmaker super per la categoria. A parte Sebastiano Bianchi e Edoardo Roveda, che sono ragazzi già conosciuti a Legnano, abbiamo dovuto cambiare tanti giocatori per adeguarci al salto di categoria. Devo però dire che siamo riusciti ad allestire un roster competitivo per la serie B. Con Marcos Casini e Giacomo Leardini avevo già lavorato molto bene, poi abbiamo aggiunto altri atleti interessanti come Janko Cepic, Manuele Solaroli e Diego Terenzi. Penso che questo sia il giusto mix tra ragazzi esperti e giocatori ancora da valorizzare.

Obiettivo playoff

Vogliamo provare a entrare nelle prime 8 e a fare i playoff. Con tutte le incognite del caso, prima di tutto il Covid, che purtroppo ho conosciuto molto bene lo scorso campionato a Crema, proprio in un momento-chiave della stagione. Speriamo che vada tutto bene. Per quanto dipende da noi la squadra è competitiva e motivata, i ragazzi sono molto seri ed entusiasti sin dalla prima telefonata di voler entrare nel progetto con professionalità e voglia.

Il pubblico del PalaBorsani e il derby con la Sangiorgese

Puntiamo a riavere il pubblico al PalaBorsani, per ora al 35% della capienza, ma mi auguro che si possa arrivare almeno al 50%. Ai nostri tifosi chiederemo fiducia sin dall’inizio e di accompagnarci ad incominciare dalla prima partita, come hanno sempre fatto con grande passione qui a Legnano. La società ha avuto la forza di fare questa nuova scommessa e contiamo che la nostra gente lo capisca, sposando il progetto “a scatola chiusa”. Il derby con la Sangiorgese? So che da queste parti è molto sentito: per uno di Monza come me, sarà sicuramente una bella occasione di sport e di tifo. E’ una chicca in più per il nostro campionato, sperando che possa aumentare il pubblico e che la partecipazione dei tifosi regali grandi emozioni ad entrambe le parti.

Basket, “la serie B il progetto giusto per Legnano”

Legnano Knights Riccardo Eliantonio – MALPENSA24