Leonardo Martinelli: “Grande Milan: perchè il giallo a Leao?”

Leonardo Martinelli 

Milan Torino 2 0
Calma&primi
Bella partita dei ragazzi, anzi dei ragazzini.  Primo tempo dominato, gran ritmo e due gol fatti ed uno facilissimo sbagliato. Il Torino si vede solo per una traversa presa da Fiorello Rodriguez su punizione. Il primo gol di una bellezza assoluta: la potenza di Theo, la raffinatezza di Brahim che cerca e trova il tunnel, il movimento, il controllo e la precisione di Leao.
In sintesi, il bello del calcio. Poi inizia una serie di episodi perlomeno strani. Anche oggi decisioni inspiegabili a nostro sfavore, non avremo Leao per la prossima partita e ci hanno dato un rigore contro che stravolge i fatti così come sono avvenuti. Idem contro la Roma, per fortuna il Var è intervenuto ma sarei curioso di capire cosa avesse visto l’arbitro. La strategia è comunque chiara: da più parti si continua ad insistere sui rigori regolari dati al Milan per creare una falsa compensazione a nostro danno. E gli arbitri abboccano. Ibra recuperato, pur se chiaramente poco mobile, Calha con bella corsa. Molto bene oggi Brahim, uscito zoppicante come Tonali, addirittura in barella. Ma le ammonizioni solo per noi, sette. Vabbè, ora vediamo Roma Inter. La mente vorrebbe la vittoria dell’Inter, ma questa è una squadra che gioca col cuore.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24