Leonardo Martinelli: “Nonostante la sconfitta siamo in linea con i nostri obiettivi”

 

Leonardo Martinelli 

Milan Inter 0 3
Ci si aspettava una sconfitta, è andata come si poteva immaginare. Forse il risultato è eccessivamente penalizzante, ma è del tutto giusto.
Certo non ha aiutato aver giocato Giovedì sera a Belgrado, non ha aiutato schierare tre giocatori reduci da infortuni e non ancora completamente recuperati.
Certo non ha aiutato agevolare l’Inter con il suo contropiede.
Ma Lukaku non è oggi contenibile da Romagnoli, a Lautaro non possono essere lasciati quegli spazi e quando creiamo occasioni troviamo un muro insuperabile in Handanovic (che gli interisti criticano, mah).
In questo periodo non giochiamo come squadra, non ci si aiuta in ogni reparto, non si raddoppia su ogni avversario, non si corre più degli altri. Abbiamo vinto molte partite così, da squadra. Da un po’ non ci riesce, la condizione fisica non è ottimale e forse ci siamo anche imborghesiti un po’. Non siamo una squadra forte, non ancora. Abbiamo solo 3-4 giocatori davvero da Milan, quindi dobbiamo pedalare ed essere umili. Purtroppo si è verificato ciò che temevo appena vidi la faccia di Calabria dopo l’ammonizione autoprocuratasi.
L’Inter non ha un gran gioco, ma ha giocatori determinanti.
Lukaku in Italia spadroneggia, troppa fisicità e probabilmente troppa professionalità, nel senso che si fa trovare costantemente pronto.
Certo, prima o poi bisognerà discutere la correttezza di un campionato in cui la squadra più forte non paga gli stipendi, non paga i fornitori, non paga le commissioni, non paga i cartellini.
Penso che non sia fair, ma di certo non è colpa dei giocatori che anzi si sono cementati e stanno comunque dando il meglio.
Ora, bisogna battere la Stella rossa e non andare a Roma spavaldi, il Benevento in 10 non ha concesso occasioni alla Roma, nostra vera avversaria.
Tocca a Pioli ricompattare il gruppo: il consiglio che gli posso dare è fregarsene dei nomi e far giocare chi ha più gamba oggi. Non possiamo prescindere dalla velocità, e’ con questa qualità che siamo stati primi a lungo.
Siamo perfettamente in linea con i nostri obiettivi, bisogna resistere e far passare questo momento di stanca.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24