«Prima i Gallaratesi». Anche con il censimento

censimento gallarate palazzo borghi

GALLARATE – Il Comune di Gallarate ha indetto una selezione pubblica per la formazione di una graduatoria finalizzata alla stipulazione di 12 contratti di lavoro autonomo occasionale per lo svolgimento di attività di rilevatore (più un coordinatore) per il censimento permanente della popolazione per il triennio 2018-‘20. Ma a differenza dell’ultima rilevazione, datata 2011, cambiano profondamente i requisiti di accesso. Avere una laurea conta oggi molto meno rispetto al passato, mentre una residenza in città da lungo tempo può risultare decisiva al fine dell’assunzione.

Cosa cambia

Nel 2011 il titolo di studio, e nello specifico il possesso di una laurea, contava fino all’80 per cento del punteggio, mentre per il restante 20 concorreva la residenza (di cui 10 se si abitava in Provincia, 15 nei Comuni limitrofi). Ora il “pezzo di carta” vale soltanto fino al 34 per cento, a cui si può aggiungere un ulteriore 23 se si hanno esperienze pregresse similari. Un ulteriore 23 per cento si basa sulla residenza, a scaglioni: punteggio pieno per i cittadini gallaratesi da oltre 20 anni, 16 dai 10 ai 20 anni, fino a scendere all’ultimo per chi ha la residenza da poco. Con un ulteriore bonus pari al 20 per cento il Comune tenta infine di incentivare l’assunzione di studenti o persone attualmente disoccupate. «Ancorché si tratti di un lavoro occasionale, rimodulando i criteri abbiamo voluto dare una possibilità in più a persone che attualmente si trovano senza reddito», spiega il sindaco Andrea Cassani. «Mentre con la residenza dimostriamo coi fatti ciò che ripetiamo dalla campagna elettorale: prima i gallaratesi».

Come partecipare

Il bando per la selezione scade alle 12 di mercoledì 27 giugno. I requisititi minimi richiesti sono la maggiore età, il possesso del diploma di scuola media superiore, la cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione europea. Il periodo dell’impiego va dal primo ottobre fino al 20 dicembre 2018. Le nomine avverranno entro il 10 luglio. Alle persone selezionate verrà riconosciuto un compenso variabile forfettario indicato nel bando che è possibile consultare nel sito del Comune.

censimento gallarate – MALPENSA24