Alloggi popolari, Busto rinnova la convenzione con Aler per la gestione

L'assessore Giorgio Mariani con il presidente di Aler Busto-Varese Stefano Cavallin

BUSTO ARSIZIO – Le “case popolari” del Comune ancora per cinque anni e mezzo in gestione ad Aler, l’agenzia regionale per l’edilizia residenziale. Il rinnovo della convenzione, che riguarda in particolare 524 alloggi pubblici e 25 immobili di altro tipo (tra cui negozi), è stata approvata in giunta comunale: Busto verserà ogni anno 200mila euro ad Aler per i costi amministrativi, più una quota per le manutenzioni e la gestione (lo stanziamento per i primi sei mesi di convenzione, fino a fine 2024, è pari a 190mila euro), a fronte di introiti (presunti) di 420mila euro per i canoni di affitto.

La convenzione

Su proposta dell’assessore all’urbanistica e al patrimonio Giorgio Mariani, la giunta ha approvato la convenzione con l’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale di Varese-Como-Monza Brianza-Busto Arsizio per la regolamentazione dei rapporti fra i due enti per la gestione di alloggi e locali di proprietà comunale e per attività di collaborazione finalizzate al sostegno degli assegnatari di alloggi. Un’approvazione necessaria visto che il 30 giugno scadeva la convenzione in essere per la gestione del patrimonio edilizio comunale destinato ai Servizi Abitativi Pubblici (SAP), attualmente composto da 524 alloggi, 187 autorimesse, 69 posti auto, 25 unità immobiliari ad uso diverso dall’abitazione. La nuova convenzione sarà valida fino al 31 dicembre 2029.

A Busto inaugurata la prima palazzina Aler rimessa a nuovo grazie al Superbonus

busto arsizio convenzione aler – MALPENSA24