All’Università dell’Insubria parte il corso per contrastare mobbing e molestie

VARESE – Sono più di sessante gli iscritti al corso di formazione per contrastare mobbing e molestie sessuali sul posto di lavoro. Domani, martedì 5 ottobre alle ore 17 all’Università dell’Insubria si terrà la prima lezione. Il corso organizzato in collaborazione con l’Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Varese, è diretto da Paola Biavaschi, docente di Diritto a Scienze della comunicazione. L’obiettivo è puntare l’accento sulla prevenzione efficace dei fenomeni collegati al mobbing e alle molestie di carattere sessuale e psicologico nel mondo del lavoro, dal punto di vista giuridico, economico, sociologico, psicologico e pedagogico.

«Partiamo con il vento in poppa – dichiara la Consigliere di Parità Luisa Cortese – abbiamo superato abbondantemente il numero minimo di iscritto. Segno che si tratta di una proposta di alto livello, ma anche della necessità di un momento formativo su una tematica così delicata e, purtroppo, di grande attualità. Tra i partecipanti vi sono operatori che lavorano nel settore della giustizia, dell’avvocatura e delle forze dell’ordine. Con questa iniziativa si chiude il mio mandato da Consigliera di Parità».

Tra gli argomenti che saranno affrontati, sempre con casi pratici e simulazioni: la normativa penalistica su mobbing e molestie; i danni civili e i risarcimenti; il ruolo dei Comitati unici di garanzia, della Consigliera di Parità, della Consigliera di Fiducia; le ricadute economiche delle molestie e del mobbing rispetto a maternità, avanzamenti di carriera, demansionamento, malattia oncologica, mancato riconoscimento della leadership; le conseguenze psicologiche delle molestie e le strategie per contrastarle.

Sono previste in tutto 32 ore di lezione, compresi workshop, dal 5 al 30 novembre il martedì e il venerdì dalle 17 alle 21, nella sede universitaria di Monte Generoso; grazie all’importante sostegno dell’Ufficio della Consigliera di Parità di Varese il costo per i 60 partecipanti sarà un contributo simbolico di soli 50 euro.

università insubria corso molestie – MALPENSA24