Buoni spesa per 320.000 euro a Legnano: domande da giovedì 1 aprile

legnano buoni spesa famiglie

LEGNANO – Da giovedì 1 aprile e fino al 30 del mese, le famiglie legnanesi colpite dall’emergenza Covid potranno presentare domanda per i buoni spesa sulla piattaforma legnano.bonuspesa.it. I fondi a disposizione, di provenienza governativa, ammontano a più di 318.000 euro: di questi, oltre 278.000 saranno nella forma di buoni virtuali, da richiedere attraverso la piattaforma, e 40.000 euro in buoni spesa cartacei, che saranno assegnati in parti uguali a Caritas e Croce Rossa Italiana per garantire un aiuto adeguato ai cittadini più bisognosi che non riescono a essere raggiunti attraverso i canali istituzionali.

Pavan: «Novità, l’inserimento dell’Isee»

«Con questa tranche di interventi – spiega l’assessore ai Servizi sociali, Anna Pavan – offriamo un ulteriore sostegno alle famiglie più colpite dagli effetti della pandemia. Per impiegare al meglio le risorse e intervenire sulle situazioni di maggiore bisogno, abbiamo introdotto una novità rispetto all’ultima erogazione dei buoni: l’inserimento dell’Isee. Gli uffici dei Servizi sociali hanno provveduto a prendere contatto con i Caf per capire la possibilità di ottenere l’Isee corrente, ossia la fotografia più puntuale della situazione economica dei richiedenti. Inoltre nelle scorse settimane, per una lettura più approfondita dei bisogni, abbiamo provveduto ad analizzare le richieste dei buoni spesa assegnati nelle due tornate precedenti, rilevando che in molti casi i richiedenti si sono ripetuti, quindi vedendo confermate le loro necessità. Come Amministrazione – aggiunge Pavan – sul tema degli aiuti alimentari siamo attivi anche su un altro fronte, quello della Consulta del volontariato, che ha avviato un tavolo di lavoro per affrontare un tema su cui più soggetti si muovono. L’intento è capire quale sia la modalità migliore per coordinarli e verificare la possibilità di dare vita a nuove iniziative».

I buoni saranno utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari e beni primari (prodotti per l’igiene della casa e personali, prodotti farmaceutici o parafarmaceutici, libri e materiale scolastico) negli esercizi commerciali cittadini di vendita al dettaglio di generi alimentari e beni primari, aderenti e consultabili sulla piattaforma.

Le condizioni per accedere

Sono quattro le condizioni per accedere ai buoni: essere residenti a Legnano; trovarsi, a seguito dello stato di emergenza sanitaria Covid-19, in gravi condizioni economiche tali da non poter garantire l’acquisto di generi alimentari almeno fino al 31 maggio 2021, in quanto uno o più componenti del nucleo famigliare hanno subìto una riduzione totale o parziale dell’attività lavorativa a seguito di licenziamento, grave ridimensionamento dell’attività lavorativa o sospensione/cessazione di attività lavorativa autonoma; non essere già percettore di sostegni economici pubblici (reddito di cittadinanza, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, sussidi comunali) o titolare di pensione; e possedere un Isee corrente non superiore a 9.360 euro.

L’entità del buono sarà determinata in base al numero dei componenti del nucleo famigliare, su base settimanale in misura pari a 50 euro per il primo componente, incrementabile di ulteriori 25 euro per ogni componente aggiuntivo; inoltre, per agevolare i beneficiari, i buoni spesa saranno commisurati a una durata di tre settimane, evitando così di far presentare la richiesta più volte: gli importi massimi complessivi saranno quindi pari a 150 euro per il primo componente e 75 euro per ogni componente aggiuntivo. Per informazioni, tel. 0331 472503 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 13.00, giovedì anche dalle 15.30 alle 18.00; soltanto per informazioni (e non per richiedere il beneficio) è attiva la e-mail emergenza.spesa@legnano.org.

legnano buoni spesa famiglie – MALPENSA24