Busto, nuovo gruppo consiliare pronto a scoprire le carte. Forza Italia più debole

busto palazzo gilardoni comune

BUSTO ARSIZIO – Il nuovo gruppo in consiglio c’è, ma ancora non si vede. E comunque andrà, il sindaco Emanuele Antonelli è Lega-to. E Forza Italia rischia davvero una pesante cura dimagrante e di restare in sala esagonale con due soli consiglieri.

Il due di picche politico

Li ha chiamati uno a uno i consiglieri in “libera uscita”, ovvero quelli che stanno in maggioranza, ma non si riconoscono in maniera aderente in un partito e anche quelli che al momento hanno un’ appartenenza partitica, che però potrebbe anche cambiare. Una consultazione ad ampio raggio, quella che in questi giorni il sindaco Emanuele Antonelli ha portato avanti fino a questa mattina, venerdì 7 giugno. Colloqui utili a capire quale geografia consiliare si sta delineando. Ma anche, dice qualcuno, a tentare di dare vita a un proprio gruppo fedelissimi, che possa in qualche modo fare da contrappeso allo strapotere leghista di questo momento. Sul “gruppo del sindaco”, a quanto pare, però nessuno ha dato disponibilità incondizionata. Si dice che persino i consiglieri che oggi stanno nella Lista Antonelli, stiano riflettendo sul da farsi. Insomma se quello in atto fosse calcio mercato, nella “casella acquisti” del primo cittadino, non ci sarebbe nessun nome. Insomma se sarà così il primo cittadino da qui in avanti dovrà fare buon viso a cattiva sorte e giocare ogni singola partita di sponda e di cesello.

Il pacchetto regalo

Le ultime indiscrezioni invece danno il nuovo gruppo consiliare a pochi passi dall’essere costituito. Si parla di un pacchetto di consiglieri (quattro, ma forse, cinque) pronti a dare vita a un nuovo gruppo (di maggioranza, ma anche con qualche esponente dell’opposizione), a sostegno (condizionato) di Antonelli. E il numero dei consiglieri che alla fine entreranno in questo schieramento “ideale” non è un dettaglio. Poiché se saranno in cinque, significa che numericamente e sulla carta, in consiglio, peseranno quanto la Lega. Certo poi resta da vedere come si posizioneranno rispetto al Carroccio. Ma qui molto dipenderà anche dal primo cittadino e da come sarà abile a tenere gli equilibri sul filo del rasoio e a rispettare le sensibilità di tutti. Insomma un pacchetto regalo, perfino scomodo a volerla vedere tutta e che potrebbe contenere anche sorprese “esplosive”.

Il gruppo misto e Busto Grande

Al lavoro anche il gruppo misto che oggi conta come consiglieri Diego Cornacchia e Mariangela Buttiglieri e che cerca di rafforzarsi. Per dare una sostegno (critico, ma sempre di sostegno si tratta) al primo cittadino. In entrata nel gruppo danno Livio Pinciroli, oggi in quota a Forza Italia, ma da lunghissimo tempo in riflessione su cosa fare. E da misto il gruppo potrebbe anche venire battezzato “Legalità e socialità”.

Chi invece non è ancora chiaro come si posizionerà, e se si riposizionerà, è Busto Grande. A oggi il consigliere Paolo Efrem viene dato fuori dal nuovo maxi gruppo e fuori dal misto. Insomma sta dove sta. Ovvero in quel limbo tra maggioranza e minoranza. Posizione che, per le stranezze della situazione politica bustocca, al momento, potrebbe anche garantire alla formazione civica che fa capo a Matteo Sabba un posto da assessore. Naturalmente per Sabba.

Forza Italia tace, ma non può farlo per sempre

In questo momento il partito di maggioranza che potrebbe uscire ancor più ridimensionato di tutti è Forza Italia, che tra qualche giorno potrebbe risultare quasi del tutto svuotato e ridotto ai minimi termini e con due soli consiglieri: Orazio Tallarida e Francesca Tallarida. Tanto che tra i frozisti c’è chi dice che “non si potrà stare zitti per sempre”. Se non a Busto, dove il peso politico azzurro è ormai ridotto, in altre realtà amministrative, dove la truppa di Forza Italia numericamente pesa nell’alleanza di centrodestra. E la logica politica porta diretta a Villa Recalcati, dove il sindaco di Busto è presidente e dove i consiglieri di Forza Italia hanno dalla loro i numeri per segnare il loro peso politico nel governo dell’ente di centrodestra.

busto carte forza italia – MALPENSA24