Cimitero preso d’assalto dai ladri di fiori a Busto: sei colpi in un giorno

busto cimitero ladri

BUSTO ARSIZIO – Con la festa di Tutti i Santi arrivano puntuali i ladri di fiori nei cimiteri. In tutto sono sei le segnalazioni arrivate da Busto Arsizio nelle ultime 24 ore. I furti tutti messi a segno nel cimitero monumentale cittadino.

Rubati anche fiori finti

L’indignazione cresce. Non è tanto il valore del “bottino” sottratto a fare imbufalire le vittime, anche se tra gli ornamenti spariti c’erano anche costose composizioni realizzate con fiori di seta, ma il gesto. Chi orna le tombe dei propri cari defunti con dei fiori e dei lumini (spariti anche quelli in quantità non stimabile) lo fa come gesto di rispetto e d’amore verso chi non c’è più. Vedere che dalla tomba dei genitori, ad esempio, è sono spariti dei fiori posti in loro memoria ha spinto alcune delle vittime a fare il giro del cimitero per cercare di rintracciare il maltolto.

Si chiedono maggiori controlli

E’ chiaro che non si tratta di furti messi a segno da specialisti. Non certo da una banda di fiorai. Piuttosto da qualcuno che, vedendo un bell’omaggio, lo preleva per metterlo altrove. Non necessariamente sulla tomba di qualcuno. Ma persino per travasarlo in giardino nel caso delle piante più pregiate. Il fenomeno è lontano da quanto registrato ad esempio, pochi mesi fa, a Gallarate, dove dalle tombe erano sparite addirittura delle preziose statue Liberty di considerevole valore. Ma il ratto delle composizioni floreali, che come ogni anno in questo periodo si intensifica, rischia di far montare una seria protesta tra chi ha vissuto il furto come uno sfregio alla memoria dei propri cari.

busto cimitero ladri – MALPENSA24