Busto, via libera al consuntivo 2019. L’assessore: “Pronti a sospendere la Tari”

busto consuntivo magugliani tari

BUSTO ARSIZIO – In anticipo rispetto all’attuale tendenza nazionale, la giunta di Palazzo Gilardoni ha licenziato oggi, venerdì 10 aprile, il bilancio consuntivo 2019 che sarà sottoposto all’approvazione del consiglio comunale in programma il 9 maggio.

In questi giorni di emergenza, oltre alla predisposizione degli atti necessari al consuntivo,  l’assessore al Bilancio e Attrazione risorse Paola Magugliani, con gli uffici diretti dal Ragioniere Capo Maria Teresa Marino, si è inoltre dedicata a studiare interventi a favore di cittadini e imprese, per essere pronti quando la “Fase 2” dell’emergenza sarà almeno chiarita nella tempistica e nella sostanza.

busto consuntivo magugliani tari
L’assessore Paola Magugliani

Gli obiettivi, i buoni spesa

Mentre molti provvedimenti annunciati con i decreti legge del governo attendono di funzionare a pieno regime, sviluppando quegli effetti che tutti si aspettano, cioè sostenere le imprese e far ripartire la domanda, il Comune ha due compiti e obiettivi. Da un lato, favorire i propri cittadini con iniziative e provvedimenti che vadano nella direzione di aiutare chi si trova in difficoltà attivando tutte le risorse disponibili, come già fatto con la sospensione del pagamento delle rette dei nidi e delle materne comunali, con il blocco degli avvisi di accertamento fiscale, con la velocizzazione dei mandati di pagamento verso terzi, con l’apertura del conto corrente dedicato a donazioni per l’emergenza Covid detraibili per cittadini e imprese e come sta accadendo con i buoni spesa la cui distribuzione inizierà già nei primi giorni della prossima settimana.

L’importanza del Fondo Crediti

In questo senso, riveste una notevole importanza la decisione che assumerà il governo sull’ormai famoso Fondo Crediti che permetterebbe al Comune di disporre di cifre importanti da mettere a Bilancio; non si tratta, come potrebbe apparire, di un  regalo, bensì di lasciare a disposizione del Comune cifre accantonate negli anni scorsi e derivanti dalla capacità dell’amministrazione di gestire in modo corretto il bilancio stesso. Non tutti i comuni, sono nelle stesse condizioni e per qualcuno il ricorso al Fondo crediti non produrrebbe quelle risorse che Il Comune di Busto invece sarebbe in grado di attivare.

Rimodulazione dei mutui e sgravi fiscali

Allo stesso genere di obiettivi appartiene anche la rimodulazione dei mutui, con la sospensione per un anno della quota capitale delle rate dei finanziamenti che scadono nel corso del 2020. In questo modo Palazzo Gilardoni potrà disporre di liquidità aggiuntiva per sostenere le maggiori spese conseguenti agli effetti indotti dalla diffusione del COVID-19.

Si stanno mettendo in campo tutte le forze per raggiungere il miglior equilibrio, fermo restando che il Comune vanta comunque una possibilità di anticipazione di cassa anche dalla propria tesoreria. Sospendere il pagamento della Tari e valutare delle agevolazioni per le utenze non domestiche significherà inoltre alleviare il peso economico per quelle aziende che, faticosamente riprenderanno le attività a partire da Fase 2.

Lavoro di squadra

Dall’altro lato, sono in corso riunioni, naturalmente in teleconferenza, per monitorare giorno per giorno lo stato di entrate e uscite del Bilancio 2020. Sul punto l’assessore Magugliani afferma: “Sarà un lavoro di squadra a decidere gli interventi che si dovranno operare per salvaguardare gli equilibri di bilancio, mettendo a disposizione anche delle opposizioni tutti i dati prodromici alle scelte da effettuare. Partiamo da un punto di forza innegabile: siamo un Comune solido e virtuoso, sarà necessario un grande impegno in termini di flessibilità e coordinamento, ma ne usciremo senza far mancare i servizi e soprattutto il sostegno a cittadini e imprese” conclude Paola Magugliani.

busto consuntivo magugliani tari – MALPENSA24