Busto, i cittadini di via Corelli: «Nessuno sa cosa accade in quel bivacco»

busto corelli bivacco degrado

BUSTO ARSIZIO – Un barbecue di mattoni, un capanno con dentro un salottino e un paio di panchine in plastiche «rubate», dicono i residenti, da un giardino vicino. E strane frequentazioni, soprattutto dopo il calar del sole. Una situazione poco chiara che va avanti da mesi, rispetto alla quale «nessuno fa niente. Niente controlli, anche se abbiamo già messo in allerta la polizia locale».

busto corelli bivacco degrado

Degrado di periferia

Via Corelli, periferia di Busto. E’ lì la zona di degrado denunciata dai residenti stanchi di dover convivere con quanto accade su quella collinetta, «ma anche con i furgoni che, appena si fa buio, arrivano e scaricano di tutto nei boschi qui vicino. Dai calcinacci, ai vecchi sanitari». Del resto la zona è ideale per chi vuole restare lontano da occhi indiscreti. Le ultime case della città, campi e boschi. E una strada dove di giorno, chi vi abita, porta a passeggio il proprio cane, ma assicura che «di sera, non ci pensiamo proprio venire qui a camminare».

Il capanno misterioso

E se l’abbandono indiscriminato di rifiuti fa arrabbiare la gente, qual capanno nascosto, che sorge su un terreno comunale (quello dove dovrebbe sorgere il cimitero parco, come previsto dal pgt) suscita preoccupazione. «Sinceramente non ci siamo mai avvicinati quando vediamo che c’è gente per capire esattamente cosa accade – racconta più di un cittadino – ma spesso abbiamo notato persone che arrivano, si addentrano nel bosco e poi là (dicono indicando la collinetta) si vedono luci. A volte accendono anche fuochi».

busto corelli bivacco degrado

C’è chi sostiene che si tratti di un gruppo di giovani che ha creato un bivacco di trasgressione e chi invece parla di capanno dello sballo frequentato da tossici e senza tetto. A confermare che il posto è comunque frequentato c’è il salottino, il caminetto, un cerchio fatti di sassi per delimitare il falò, un mucchio di sacchi della monnezza e, sparse qua è la, bottiglie e lattine che hanno tutta l’aria di essere state mollate lì non da moltissimi giorni.

busto corelli bivacco degrado

busto corelli bivacco degrado – MALPENSA24