Busto, ladri di biciclette scatenati in centro. “Servono più telecamere”

ladri biciclette busto

BUSTO ARSIZIO – Attenzione, sono tornati i ladri di biciclette. In verità non sono mai scomparsi del tutto, ma in questi ultimi tempi, come segnalano alcuni lettori vittime di furti, la situazione è andata peggiorando. “E’ uno stillicidio” avvertono in molti raccontando che le vie del centro storico di Busto sono quelle maggiormente prese di mira. “Per questo sarebbe opportuno istallare qualche telecamera in più nelle aree a maggior rischio” è la richiesta generalizzata al Comune, tra l’altro ufficializzata via mail e per posta ordinaria. Senza dimenticare che i primi obiettivi dei ladri di questo genere sono le bici del bike sharing: un paio di settimana fa, Malpensa24 ha documentato l’assalto al deposito davanti al Municipio.

Videosorveglianza insufficiente

Sufficienti le telecamere per scoraggiare i malintenzionati? Probabilmente no, dato che, nella stragrande maggioranza dei casi, a impossessarsi delle bici pare siano extracomunitari, comunque stranieri che hanno bisogno di un mezzo di locomozione a costo zero. Persone difficilmente identificabili anche attraverso la videosorveglianza, quasi sempre clandestini che non risultano negli archivi delle forze dell’ordine. Poi si può anche ipotizzare che ci sia chi ruba su commissione o, addirittura, per rivendere il maltolto al mercato nero. Ma sono ipotesi, più facile pensare a furti messo a segno da balordi o sbandati.

Quaranta bici sottratte al sacerdote

Le telecamere probabilmente non funzionano nemmeno come deterrente ma, ad ogni buon conto, sono qualcosa in più per cercare di arginare il fenomeno. Diffuso un po’dappertutto dalle nostre parti, a Busto Arsizio come nella vicina Gallarate. Lì, a titolo di cronaca, c’è un sacerdote al quale, nel corso degli anni, hanno rubato la bellezza di quaranta e più biciclette. Un record difficilmente eguagliabile. Aneddoti a parte, il problema rimane. E chi è costretto a tornare a casa a piedi di sicuro non la prende bene. Soprattutto se ha assicurato la sua due ruote con catena e lucchetto, pensando che così fosse inattaccabile. Una volta scoperto di essere stato derubato, la rabbia monta ancora di più.

Ladri biciclette busto  – MALPENSA24