Busto mondiale con i miti Agostini e Saronni. Ospiti di Moto Club e Panathlon

A destra: Giacomo Agostini con Lucetto Castelli. A sinistra: Beppe Saronni con Giovanni Castiglioni

BUSTO ARSIZIO – Stessa sera e, quasi, stessa ora. Giacomo Agostini, 15 volte campione del mondo di motociclismo, ospite speciale del Moto Club Bustese per festeggiare i 90 anni del suo meccanico Lucio Castelli, e il campione del mondo di ciclismo Beppe Saronni a Villa Calcaterra, invitato dal Panathlon Malpensa per la terza e ultima serata del cineforum sportivo. Entrambi a Busto Arsizio, che nell’anno di Busto Città Europea dello Sport vive una serata mondiale. Grazie alle sue eccellenze sportive.

Città di sport

Il sindaco Emanuele Antonelli e l’assessore allo sport Maurizio Artusa sono costretti a fare la spola da una location all’altra per accogliere come si deve due vere icone dello sport italiano. «Busto è fortunatissima – ammette il sindaco – è un onore per noi ospitare due campioni del mondo, che sono punti di riferimento indimenticabili per le rispettive discipline».

Agostini, Castelli e gli “uomini d’oro”

Nella sede di via Pozzi del Moto Club Bustese c’è il tutto esaurito. Si celebrano i 90 anni di Lucio Castelli, storico meccanico del reparto corse della MV Agusta. Li ha compiuti lo scorso 30 giugno, e a salutarlo ci sono tanti amici del mondo delle corse, tra cui il più grande di tutti, Giacomo Agostini: «Non potevo mancare – rivela “Ago” – Lucetto non è solo un grande tecnico, un personaggio di grande dignità, un amico che mi ha dato tanto, che tanto ha dato alla MV Agusta e al motociclismo».

Il circuito a Busto

Alla festa, organizzata dal Moto Club del presidente Alfio Crespi e del presidente onorario Romano Colombo, c’erano altri degli “uomini d’oro” della MV Fiorenzo Fanali e Rosolino Andena, insieme a Giovanni Magni, figlio di Arturo che era a capo del reparto corse di Cascina Costa, e anche il presidente del comitato regionale della Federmoto Ivan Bidorini. Il sindaco Antonelli si è impegnato ad esaudire il sogno del Moto Club ultracentenario di riportare un circuito a Busto per le moto storiche.

Saronni “Il Campione”

A Villa Calcaterra, nella sede dell’Istituto cinematografico Antonioni, arriva invece Beppe Saronni, uno dei grandi delle due ruote a pedale, protagonista di una memorabile rivalità sportiva con Francesco Moser che ebbe il suo clou nella prima metà degli anni ’80. L’occasione per invitarlo a Busto è la serata conclusiva del cineforum sportivo del Panathlon presieduto da Giovanni Castiglioni, da un’idea del past president Gianluca Castiglioni. Ad accogliere Saronni ci sono sindaco e assessore ma anche la presidente del consiglio, e ciclista, Laura Rogora.

busto arsizio mondiale agostini saronni – MALPENSA24