«Non smantellate la polizia annonaria e commerciale»: l’appello dell’ADL di Busto

busto vigili aggrediti

BUSTO ARSIZIO – «Un grave errore smantellare il nucleo di polizia annonaria e commerciale della Polizia locale (Nupac)». A denunciarlo è il sindacato ADL di Busto Arsizio, con i suoi rappresentanti sindacali Silvano Formica, Carmelo Cirneco, Rosa Sculco, Fabio Agatea e Fausto Sartorato. Nel Comando servono «agenti addetti in modo esclusivo ai controlli nei mercati/fiere, esercizi commerciali, pubblici esercizi» ma soprattutto c’è bisogno di «un ufficiale preposto al coordinamento dell’ufficio».

La lettera al Comandante e all’assessore

Il sindacato di base, tra i più rappresentativi nell’ambito del personale di Palazzo Gilardoni e storicamente il più radicato tra gli agenti della Polizia locale, ha denunciato il problema con una lettera risalente al mese di luglio, fatta pervenire al Comandante della Polizia locale Claudio Vegetti e all’assessore alla sicurezza Massimo Rogora. «La quinta città della Lombardia non può e non deve essere sprovvista di un servizio di Polizia locale dedicato ad un settore così delicato quale quello commerciale» sostengono i sindacalisti dell’ADL. La risposta giunta nelle scorse settimane li ha lasciati del tutto insoddisfatti. «Ci dicono in sostanza che tutti gli agenti devono saper fare tutto, devono essere “multitasking” – fa sapere Fausto Sartorato, che ha lavorato per il Nupac per ben 11 anni – ma il commercio non è una cosa semplice, una città come Busto non può essere non dico a mezzo servizio ma addirittura ad un quarto».

Servizio falcidiato e smantellato?

Oggi, spiega Silvano Formica, il nucleo di polizia annonaria e commerciale è stato «falcidiato da una serie di pensionamenti degli agenti che lo seguivano» e, secondo ADL, sarebbe di fatto stato «smantellato». Un errore. Anche perché gli interventi e le sanzioni che effettua la polizia annonaria e commerciale possono avere delle «ripercussioni economiche importanti» sulle singole attività commerciali. Secondo i rappresentanti di ADL, «ci vuole personale esperto e focalizzato su quel servizio, formato e competente nella materia, che è molto delicata anche perché le leggi cambiano continuamente. Ci preme che ci sia un ufficiale dedicato a quel servizio e agenti che si occupino in modo specializzato dei controlli, selezionati dopo anni di anzianità di servizio sulle strade e con un bagaglio di esperienza ormai acquisito».

busto vigili annonaria adl polizia locale – MALPENSA24