Carlo Pogliani: “Si potrebbero giocare tutte le partite in Sardegna”

Pogliani

Carlo Pogliani

Il mondo del calcio cerca di programmare il proprio futuro. Impossibile al momento stabilire quando si potrà ripartire. Su cercano soluzioni. Anche l’opinionista milanista, Carlo Pogliani, ha la sua idea rispetto a come si potrebbe iniziare, una volta terminata l’emergenza sanitaria. Perché prima, come ha sottolineato Pogliani, c’è la salute. Poi il pallone

La mia proposta

“Se e sottolineo se (ipotesi molto ottimistica) – dice mister Pogliani – si potesse ricominciare a metà giugno il campionato, ecco la mia proposta.
Dal grafico coronavirus sembrerebbe la Sardegna la regione meno colpita e la più controllabile, quindi, presumo, sarà la prima a uscire da questa tragedia. Quindi –  ha aggiunto – se tutte le rose e chi ne è al seguito sono a posto clinicamente finire il torneo nell’isola come fossimo a un Mondiale, tutti in ritiro e partite ogni tre giorni, iniziando dai recuperi. Nel giro di una cinquantina di giorni finisce tutto e ad agosto tutti in ferie, pronti per ricominciare a settembre. Secondo me a metà giugno difficilmente tutti ne saranno fuori, ma magari i calciatori e il loro seguito sì. Inutile sottolineare che le partite andrebbero disputate a porte chiuse”.

Carlo Pogliani Campionato Malpensa24