Carlo Pogliani: “Grande Milan, ma Gattuso quanti errori”

Pogliani

Carlo Pogliani 

Nella lettura tattica di questo Napoli Milan spicca in negativo la posizione di Lozano e la pessima prestazione della fascia sinistra. Gattuso ha voluto mettersi a specchio con un 4-2-3-1 piuttosto sbilanciato, visto che raramente capita di vedere sui nostri rettangoli verdi una formazione in cui agiscono in contemporanea tre attaccanti di ruolo più un esterno molto offensivo.
Se lui si fosse presentato con Zielinsky nella posizione di trequartista avrebbe sicuramente avuto una squadra più equilibrata oltre ad avvalersi di uno degli incursori migliori del torneo. Fascia sinistra: tutti i pericoli portati dal Milan sono arrivati da quella corsia! Il cross con cui un Hernandez, in assoluta libertà, innesca Ibra per l’inzuccata letale.
Il contropiede che porta Rebic all’uno contro uno in area azzurra prima di scoccare il cross che lo svedese accompagna in porta indisturbato di coscia. L’espulsione di Bakaioko dopo una fuga in solitario del “freccia rossa” francese e infine il gioiello in doppio passo del vichingo con la faccia da ragazzino primo della classe a scuola.
Gattuso, secondo me, è andato contro a quelle che solitamente sono le sue convinzioni . . . se devi affondare fallo con le tue idee, sempre!
Una menzione particolare per Donnarumma (la parata su Mertens è da cineteca) e per Kijaer ormai leader indiscusso della difesa rossonera.
Ibra? Benjamin Button, stop. Buona settimana.

Carlo Pogliani Milan-Malpensa24