Devastata la casa di Paola Reguzzoni. Non è la prima volta. Episodio inquientante

casa paola reguzzoni

BUSTO ARSIZIO – «Come se fosse esplosa una bomba». E’ questo il commento di Paola Reguzzoni che questa mattina ha lasciato casa sua in perfetto ordine e al suo rientro, appena un’ora dopo, ha trovato la devastazione.

Ladri, forse zingari, o forse chissà. Perché i 120 euro lasciati appoggiati su un mobile e in bella vista nemmeno sono stati toccati. In compenso chi è entrato nel suo appartamento ha avuto il tempo per bere un po’ di birra, “avendo cura” al momento dell’apertura della lattina, di spruzzarla ovunque, di lasciare le impronte delle scarpe sui muri e di spaccare i giochi di sua figlia.

«Sono uscita poco prima delle 10 – racconta Paola Reguzzoni – e al mio ritorno ho trovato la casa sottosopra. Già in passato ho ricevuto visite dai ladri, ma questa è la prima volta che mi ritrovo con la casa davvero devastata». Secondo una prima ricostruzione i ladri sono entrati prima nell’appartamento dei genitori, che erano in presenti in casa ma non si sono accorti di nulla e poi nel suo, non più tardi delle 10. E in pochissimo tempo si sono accaniti su tutto ciò che gli capitava a portata di mano.

Il dettaglio dei soldi in vista e nemmeno sfiorati lascia molte perplessità, tanto che Reguzzoni nei prossimi giorni andrà anche a parlare con la Digos. «Non so se chi è entrato a casa mia è un ladro o uno zingaro o altro– dice – so solo che se uno va a rubare alle 10 del mattino in pieno centro ha più fretta di cercare soldi e preziosi che di bere birra e spaccare tutto. Insomma questo furto è abbastanza strano». Come altri subiti dalla famiglia Reguzzoni in passato, quando dopo i raid «sono spariti documenti» e altro materiale privo di valore economico, ma di “peso” politco.

«Sono davvero sconcertata – conclude Paola Reguzzoni – non abito in una sperduta periferia, ma in centro a Busto. Area delle Nord per l’esattezza dove qui gli immigrati si accoltellano, dove passano a spaccare i cartelli quasi ogni giorno e dove si può andare a rubare indisturbatamente nelle case della gente senza che nessuno veda o senta niente. Sembra il far west e di questa situazione siamo davvero tutti stufi».

 

casa paola reguzzoni -MALPENSA24