Elisoccorso al campo sportivo, Sesto2030 chiede «più sicurezza per la coabitazione»

infarto natale elisoccorso angera

SESTO CALENDE – «Migliorare il servizio dell’elisoccorso, ricontrattando le condizioni con Areu». Lo ha proposto nell’ultimo consiglio comunale il gruppo di minoranza Sesto2030, trovando però porte chiuse da parte della maggioranza guidata dal sindaco Giovanni Buzzi.

La mozione

Eppure la mozione voleva dare continuità a quello che Sesto2030 definisce come «un approccio costruttivo e di ricerca di dialogo con la maggioranza». Il gruppo rappresentato in assemblea da Fabio Bertinelli e Alessandra Malini ha spiegato che «l’attuale contratto in essere tra Areu e Comune, prevede che in orario serale/notturno, l’elicottero atterri, per motivi di sicurezza e di idoneità dell’area, al campo sportivo. Sempre all’interno dello stesso contratto, nel capitolo riguardante la sicurezza, è prevista l’installazione di cartellonistica atta ad avvisare tutti gli utenti che l’area è soggetta ad atterraggio di elicotteri di soccorso. Inoltre, è stato installato un sistema di accensione in remoto delle luci presenti al campo, attivabile dalla centrale di controllo e dal pilota. Nel periodo tardo autunnale ed invernale, quando il crepuscolo serale giunge molto presto, le luci del campo stesso sono già accese per lo svolgimento delle normali attività e questa condizione non permette ad atleti, utenti e spettatori di poter evacuare il campo con un preavviso sufficiente proprio a motivo della modalità di avviso dell’arrivo dell’elicottero».

La precisazione

Di qui la proposta avanzata da Sesto2030: «L’installazione di segnalatori visivi e/o sonori, azionabili anch’essi in remoto come ore le luci, per permettere l’evacuazione del campo tempestiva grazie ad una segnalazione inequivocabile della procedura. E la revisione del piano di evacuazione, e soprattutto che lo stesso venga provato
a cadenza periodica da tutti i fruitori del campo sportivo». La maggioranza però si è messa di traverso: «Ci spiace che la nostra mozione, dettata dal buon senso, non sia stata compresa dall’amministrazione e strumentalizzata da una parte della maggioranza che ha voluto associarla ad una nostra messa in discussione dell’utilità del servizio. Niente di più lontano dalla verità: consideriamo questa opportunità strategica per salvare vite umane e proprio per questo abbiamo fatto delle proposte migliorative del servizio stesso, da ricontrattare con Areu. Sesto2030 ha lavorato per aumentare la messa in sicurezza dell’area interessata dagli atterraggi, senza presunzione ma mettendo sul piatto due idee distinte da vagliare insieme agli enti preposti. La nostra proposta, inoltre, eviterebbe anche l’ulteriore spesa cui incorreremmo attuando in futuro la soluzione ventilata da parte del Sindaco durante il dibattito, ossia la costruzione di un eliporto. Non sarebbe più oculato almeno provare prima a migliorare quando è già attivo?».

sesto calende elisoccorso campo sportivo – MALPENSA24