Al via gli Europei di nuoto. Roma caput nuoto

Mondiali Nuoto Melbourne Martinenghi
Nicolò Martinenghi

ROMA – Manca oramai pochissimo agli attesissimi Europei di nuoto, che da giovedì proietteranno Roma al centro dello sport mondiale. Tra i protagonisti annunciati ci saranno i “nostri” Arianna Castiglioni e Nicolò Martinenghi, chiamati a recitare un ruolo da protagonisti assoluti. Il ranista di Azzate (nella foto), dopo la rinuncia di Adam Peaty, diventa addirittura l’uomo-copertina della spedizione azzurra.

Il programma della rassegna continentale

La XXXVI edizione dei Campionati Europei di Nuoto si svolge presso lo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma dal 11 al 21 agosto. Si parte con le batterie, che si svolgeranno al mattino a partire dalle 9, mentre semifinali e finali si disputeranno dalle 18. Tutte le sessioni dei Campionati Europei di Roma 2022 saranno visibili in chiaro sulla Rai (Rai 2 e RaiSport) con diretta sia al mattino per le batterie che al pomeriggio per semifinali e finali e saranno commentate da Tommaso Mecarozzi Luca Sacchi. Nell’Urbe si sfideranno 1.500 atleti provenienti da 50 diversi Paesi (esclusi Russia e Bielorussia). Il team azzurro, capitanato da Gregorio Paltrinieri, schiererà 104 atleti convocati (52 donne ed altrettanti uomini), tra cui tutti i medagliati alle Olimpiadi di Tokyo e ai Mondiali di Budapest. 

Federica Pellegrini madrina dell’Europeo

Federica Pellegrini (che ai Mondiali di Roma 2009 stabilì il tuttora imbattuto record dei 200 stile con il tempo di 1’52”98) sarà la madrina di Roma 2022, mentre gli ambassador della rassegna continentale saranno Massimiliano Rosolino, Tania Cagnotto e Filippo Magnini. Sono annunciate sorprese sin dalla cerimonia inaugurale di giovedì 11 agosto allo Stadio del Nuoto.

Paolo Barelli, presidente della Fin

Saranno Europei memorabili. Gli atleti azzurri sono coscienti di quanto sia importante essere protagonisti. Dal punto di vista tecnico i risultati di un mese e mezzo fa non sarà facile ripeterli, ma molti sono giovani, hanno un potenziale di crescita enorme e mi aspetto qualche performance di eccezione. In Ungheria l’Italia ha conquistato 22 medaglie, il 3° posto nel medagliere ed è stata l’unica Nazione capace di andare a medaglia in tutte le discipline. Sono oltre 30.000 i tifosi che fin qui hanno già acquistato i biglietti: una risposta buona del pubblico in una settimana del calendario internazionale non certo favorevole, a cavallo di Ferragosto.

Adam Peaty non difenderà i titoli a Roma 2022

A Roma 2022 non sarà presente il fuoriclasse inglese Adam Peaty. Reduce da una frattura al piede che l’ha messo fuori a Budapest e fortemente condizionato ai Giochi del Commonwealth, il re della rana mondiale dovrà dunque rinunciare all’Europeo di Roma e non potrà difendere i titoli dei 50 rana (26.21) e dei 100 rana (57.66) vinti nella precedente edizione. Purtroppo quella di Peaty è un’altra assenza di rilievo, che si aggiunge alla schiera di fuoriclasse russi e bielorussi non ammessi alla manifestazione. L’assenza di Peaty è però una grande chance per Nicolò Martinenghi che cercherà la doppietta nei 50 e nei 100 rana, senza però sottovalutare l’olandese Arno Kamminga (argento olimpico e mondiale nei 100 rana e secondo ai Giochi nella doppia distanza).

Nicolò Martinenghi: “nessuna pressione, solo emozioni”

Non so quante altre volte mi capiterà di gareggiare in una competizione internazionale in casa, spero di farmi trascinare dalle emozioni che verranno dal pubblico. Arrivarci da campione del mondo non mi ha cambiato troppo, certo mi ha dato qualcosa in più, la sicurezza personale. Questa è la Nazionale di nuoto più forte di sempre. L’assenza di Federica Pellegrini si sente, però è bello pensare che con il suo addio siamo arrivati in tre, quattro a compensare. Paradossalmente il suo addio ha dato una grande spinta e responsabilità per tutti.

Europei Nuoto Roma Martinenghi – MALPENSA24