Furti, Vanzaghello scrive al prefetto. Sorveglianza rafforzata e Comuni uniti

furti olgiate ladri

VANZAGHELLO – Primi risultati sul fronte della sicurezza dopo l’incontro del sindaco di Vanzaghello, Arconte Gatti, con il prefetto di Milano Claudio Sgaraglia. Dopo la lettera inviata da Gatti il 3 gennaio, in cui erano segnalati alcuni problemi in materia di sicurezza sul territorio, l’incontro si è svolto nella settimana passata in Prefettura a Milano.

Primi risultati dall’incontro in settimana

«Insieme all’assessore Simona Giudici – racconta il sindaco – siamo stati accolti dal prefetto, che ringrazio per la sensibilità nell’accogliere le nostre istanze. Ci ha rassicurati di aver provveduto, oltre che a prendere in considerazione la nostra segnalazione, a fare un primo passo verso le forze dell’ordine nel rafforzare la sorveglianza sul nostro territorio, insieme ad alcune proposte che abbiamo sviluppato insieme, al fine di unire le forze e avviare insieme ai Comuni vicini, in collaborazione con le stesse forze dell’ordine e in continuità con quanto di fatto sta già avvenendo, un’azione concreta e mirata a quelle che sono le problematiche comuni nei nostri paesi. Il prefetto, anche se da poco insediato, si è reso disponibile nell’incontrarci, oltre che come sindaci di zona, in maniera mirata sulla base delle esigenze emerse.

«Ringrazio per la proficua collaborazione, oltre che per la sensibilità e la disponibilità dimostrata durante l’incontro, insieme al concreto agire nei tempi più brevi possibili, finalizzato a rassicurare e tutelare la nostra cittadinanza».

Gatti: «Perplesso dall’immediato rilascio dei ladri»

Nella sua lettera, Gatti faceva riferimento ai ripetuti furti avvenuti in paese a dicembre nella chiesa parrocchiale e in alcune abitazioni e all’immediato rilascio degli autori dopo il loro arresto. «Nonostante il ridotto numero di agenti della Polizia Locale e della Stazione dei Carabinieri di Castano Primo – scriveva il primo cittadino di Vanzaghello – grazie al lavoro e all’impegno di una persona addetta della Parrocchia, che ha registrato attraverso le telecamere di videosorveglianza tali eventi, ha documentato il tutto e denunciato i fatti alle forze dell’ordine, nella mattinata di venerdì 15 dicembre, con il tempestivo intervento dei nostri agenti della PL e seguito dall’efficace collaborazione dei Carabinieri di Castano Primo, si è arrivati all’identificazione e all’arresto di tali persone.

«Tutto è avvenuto nella massima prontezza, e nonostante le poche risorse, l’encomiabile intervento si è svolto con estrema efficacia. Ad esso, purtroppo, è seguita un’azione che mi lascia impotente e mi pone quantomeno in imbarazzo nel dare una risposta alla comunità che rappresento quale primo cittadino; mi riferisco della decisione del magistrato di rilasciare le due persone arrestate. Lungi da me giudicare la sua scelta, ma mi domando quale sarà la risposta che dovrò dare ai miei cittadini, che a seguito dei ripetuti furti non si sentono sicuri e nutrono grossi timori nei confronti di chi tanto ha dato per arrivare ad individuare i colpevoli, quando gli stessi vengono rilasciati qualche ora dopo? Non vorrei si arrivasse alla mancanza di fiducia nelle Istituzioni preposte a tale compito. A tale proposito, sono a chiederle un intervento nel merito, per riportare un clima di fiducia e le opportune rassicurazioni verso una comunità rispettosa, collaborativa e disponibile quale quella vanzaghellese».

vanzaghello sicurezza furti prefetto – MALPENSA24