Gallarate, botte ai genitori per farsi dare i soldi per alcol e droga. Finisce in carcere

arcisate dipendente comunale denunciato

GALLARATE – Picchia i genitori, anziani e invalidi, per farsi dare i soldi per droga e alcol: è finito in carcere. Dopo anni di maltrattamenti padre e madre hanno detto basta denunciando quello che stavano subendo. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Gallarate hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un giovane gallaratese di 25 anni, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, estorsione continuata e lesioni. Il provvedimento cautelare scaturisce dalle indagini svolte dai Carabinieri nel 2016, in seguito all’intervento in difesa dei genitori dell’indagato che, esasperati dalle continue molestie ricevute, avevano raccontato tutto ai militari dell’Arma.

Picchiati con calci e pugni i genitori invalidi

Il ragazzo, per motivi legati connessi all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, periodicamente minacciava e malmenava i suoi genitori perché gli consegnassero del denaro. In alcune occasioni le vittime si sono dovute recare al pronto soccorso per curare le ferite ricevute. In altri casi il giovane, approfittando dello stato di invalidità fisica dei genitori, oltre a minacciarli con forbici, coltelli ed altri oggetti contundenti, li avrebbe schiaffeggiati ed aggrediti con calci e pugni. L’uomo è stato arrestato e si trova attualmente detenuto nel carcere di Busto Arsizio.

gallarate botte genitori – MALPENSA24