I senzatetto non abbandonano il T1 di Malpensa: da Ferno una rete per sfamarli

FERNO – Gli irriducibili del Terminal 1 sono due senzatetto. Tra cui la “mitica” Emilietta, al secolo Ton Cesarina, che da anni vive al piano arrivi dell’aeroporto come il personaggio interpretato da Tom Hanks nel film “The Terminal”. Il coronavirus ha svuotato Malpensa di passeggeri e compagnie aeree, costringendo a chiudere il terminal principale e dirottare tutto il traffico sul “vecchio” T2, ma loro resistono. Così il Comune di Ferno, competente per territorio sullo scalo, ha accolto la richiesta della Croce Rossa e ha allestito un servizio per la consegna dei pasti ai clochard di Malpensa.

I senza fissa dimora

«La Polizia Locale dell’Unione dei comuni di Lonate Pozzolo e Ferno, in collaborazione con il gruppo di Protezione Civile intercomunale, su richiesta della Croce Rossa Italiana – spiega in una nota l’Unione dei Comuni – si è attivata per portare i pasti anche ai due senza fissa dimora che da tempo sostano presso il Terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa. Infatti più volte alla settimana, personale della Protezione Civile si reca presso il centro cottura della Caritas di Tradate per prelevare i pasti da portare ai due senza tetto». Tra i fruitori del servizio, c’è anche Ton Cesarina, la donna originaria delle Mauritius che da anni si è sistemata al piano arrivi dell’aeroporto. I due clochard per il momento non destano preoccupazioni dal punto di vista sanitario, anche se l’amministrazione comunale di Ferno, in collaborazione con la Croce Rossa, fa sapere che sta cercando soluzioni alternative alla permanenza nello scalo, pur in un momento di particolare crisi sanitaria.

Il servizio di consegna dei pasti

L’epidemia di coronavirus che ha costretto a chiudere il Terminal1 di Malpensa, ha causato grossi disagi ai due senza fissa dimora, lasciandoli anche nell’impossibilità di procurarsi dei pasti adeguati. Così la Croce Rossa ha chiesto la collaborazione del Comune di Ferno, competente per territorio sul Terminal 1, il quale ha risposto immediatamente riuscendo ad allestire un servizio per la consegna dei pasti. «In questa situazione – commentano il Comandante della Polizia locale Emanuele Mattei e l’assessore alla Sicurezza dell’Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno, il sindaco di Ferno Filippo Gesualdi – è necessario assistere tutti, soprattutto le persone più in difficoltà. Quindi la nostra disponibilità è massima, come d’altronde avviene nei confronti di tutti i cittadini che si trovano in difficoltà».

malpensa terminal 1 senzatetto ferno – MALPENSA24