Impresa solitaria di Caruso, ma il Giro è di Bernal. Crono conclusiva a Milano

giro italia caruso bernal
bettiniphoto

ALPE MOTTA – Grande, grande, grande Damiano Caruso! Impresa bellissima, quella firmata dal siciliano nell’ultimo tappone del Giro d’Italia. Una vittoria voluta, cercata, ottenuta con una perfetta azione orchestrata insieme a Pello Bilbao (“il 70% della mia vittoria è merito di Pello”, ha detto Caruso). Un successo straordinario  per un corridore che ha davvero conquistato il cuore di tutti gli appassionati. E dietro di lui, perfetta la gestione di corsa della Ineos Grenadiers che, dopo aver concesso a Ganna di risparmiare energie in vista della crono di domani, ha pilotato Egan Bernal ad un secondo posto che vale il sigillo definitivo sul Giro d’Italia.

LA CORSA. Dopo la solita partenza velocissima da Verbania, finalmente se e vanno in nove e cioè Dries De Bondt e Louis Vervaeke (Alpecin-Fenix), Simon Pellaud (Androni Giocattoli Sidermec), Giovanni Visconti (Bardiani-CSF-Faizanè), Felix Großschartner (BORA – Hansgrohe), Vincenzo Albanese (EOLO-Kometa), Taco van der Hoorn (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux), Matteo Jorgenson (Movistar Team) e Nico Denz (Team DSM). Il gruppo però non ha mai lasciato loro grande vantaggio e ad uno a uno li ha raggiunti chi sul San Bernardino e chi sullo Spluga.

Nella lunga discesa del San Bernardino, ha portato il suo attacco Bardet (Team DSM) scortato dai compagni Storer e Hamilton seguito da Caruso e Pello Bilbao. Finito il lavoro di Hamilton, Storer, Bardet, Caruso e Bilbao hanno proseguito in perfetto accordo.

Sulla salita finale Bardet e Caruso sono rimasti soli, il francese non ha mai dato un solo cambio al siciliano e a tre chilometri dalla fine Caruso lo ha lasciato sui pedali. volando da solo verso il trionfo. Dietro, intanto, pilotato da Castroviejo e Martinez, Bernal ha sgretolato la resistenza di tutti gli avversari, dimostrando di essere comunque il padrone del Giro e tagliando il traguardo di Alpe Motta a 23 secondi da Caruso.

Sagan ha difeso la maglia ciclamino e Bouchard si è assicurato la maglia azzurra. Domani l’atto finale di Questo Giro d’Italia 2021 celebrerà i corridori a Milano dopo i 30,3 km di corsa contro il tempo che partirà da Senago.

per leggere classiciche e interviste vai su tuttobiciweb.it

Articolo a cura della redazione di Tuttobiciweb

giro italia caruso bernal – MALPENSA24