Albizzate, partono i lavori all’ex chiesa del San Luigi. C’è l’ok della Soprintendenza

san luigi albizzate

ALBIZZATE – L’area feste, da realizzare all’interno dell’ex chiesa dell’istituto San Luigi, è sempre più vicina dal diventare realtà. Si aspettava soltanto il parere favorevole della Soprintendenza (non scontato) e finalmente è arrivato. Ora il Comune può indire la gara d’appalto per trasformare il “Cubilotto” – così viene chiamato dagli albizzatesi – in una sala polifunzionale con una capienza superiore alle 350 persone. Inizio lavori previsto a inizio 2019.

Il progetto

Il primo lotto prevede la sistemazione interna, grazie ai 100mila euro donati da un benefattore anonimo e ad altri 130mila che verranno finanziati tramite l’accensione di un mutuo. Il progetto complessivo – pari a 430mila euro – prevede inoltre un secondo lotto che servirà a migliorare alcuni elementi (in particolare i serramenti) di una struttura che comunque sarà già funzionante, mentre il terzo si concentrerà sulla parte esterna, quella dove oggi gli alpini (e non solo) organizzano la loro festa. Il montaggio di alcune strutture fisse, a partire da un palco all’aperto, è l’obiettivo che il centrodestra spera di raggiungere entro la scadenza di mandato.

Il benefattore anonimo

Lo scorso marzo il sindaco Mirko Zorzo comunicò alla cittadinanza che un loro concittadino aveva donato ufficialmente al Comune 100mila euro da destinare alla realizzazione di un’area feste al coperto che ad Albizzate oggi non c’è. «In inverno, o quando piove, manca sempre un Piano B», spiegano da Ca’Taverna.  Intitolarla a lui sarebbe un gesto doveroso, ma non voluto. Il generoso benefattore vuole restare anonimo e l’amministrazione comunale intende rispettare le sue volontà. «Esprimiamo gratitudine e apprezzamento da parte nostra e di tutta la comunità albizzatese», scrisse la giunta Zorzo nella delibera con cui veniva ufficialmente accettata la donazione. «Siamo altresì felici che questa persona abbia apprezzato e condiviso la scelta della nostra amministrazione di trasformare l’ex chiesa del San Luigi in uno spazio coperto di aggregazione che oggi in paese non c’è. L’associazionismo è il vero punto di forza di Albizzate, una comunità viva grazie all’impegno di tantissime persone che organizzano praticamente ogni fine settimana appuntamenti culturali, iniziative pubbliche, eventi dedicati ai ragazzi e ai bambini».

Le opposizioni contrarie

Non fu casuale la sottolineatura di Zorzo, perché la realizzazione dell’area feste alle spalle del Palazzo municipale è al centro di un duro dibattito che dura da ormai quasi due anni. Le opposizioni sono «fortemente contrarie», disse il consigliere Giovanni Zenga (Noi insieme) tempo fa in consiglio comunale, «a ogni intervento che non preveda un disegno complessivo sull’area del Cubilotto, con il rischio di sprecare risorse, magari per vantare dei successi politici estemporanei».

san luigi albizzate – MALPENSA24