Martinelli: “Vittoria chiara e meritata nonostante le assenze”

Leonardo Martinelli 

Milan Fiorentina 2 0
Altra vittoria chiara, indiscutibile, ottenuta senza Ibra,senza Bennacer, senza Leao, con Rebic a scartamento ridotto e con il terzo allenatore in panchina. Un bel gioco, fluido, efficace contro una Fiorentina ben disposta, veloce ed organizzata, perlomeno sono al 2 0. Due rigori ineccepibili, già si sentono da vicino le lamentele degli inseguitori (sì, siamo primi e lo saremo anche dopo il prossimo turno e dopo quello seguente, al minimo) il che è un buon segno, ci temono. Ripeto, i due rigori sono ineccepibili,non come quello che ha consentito alla Roma di pareggiare contro noi. Benissimo, che pensino pure che andiamo avanti solo a rigori, avrete brutte sorprese. Naturalmente siamo consapevoli di non essere il Milan che vinse l’ultimo scudetto ma siamo organizzati, corriamo ed abbiamo alcune eccellenze; ora tocca alla società intervenire con decisione a Gennaio.
Vanno inseriti senza se e senza ma un centrale al posto di Musacchio, ormai fuori dai radar, un vice Ibra serio (ieri mi è molto piaciuto il giovane Vlahovic) e magari cambiare Castillejo con qualcuno più qualitativo. Dietro, la muta degli inseguitori è guidata dall’Inter, da noi nettamente battuta e certo non brillante, a riprova che questo campionato non è di altissimo livello e che quindi, con umiltà e determinazione, anche noi possiamo competere, vedremo tra due mesi per cosa. Molto,molto confortanti le prestazioni di Tonali e Romagnoli: non dobbiamo dimenticare che sono reduci da problemi seri a livello fisico e che quindi andavano e vanno aspettato sinché torneranno al 100%. Gigio si conferma portiere top, più mi guardò in giro e meno vedo portieri altrettanto decisivi.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24