CARLO POGLIANI: “A questo Milan manca uno come Bakayoko”

Pogliani

Carlo Pogliani

Considerazioni di un supporter fedele (nonostante un girone di andata orribile), durante lo svolgimento dell’incontro Milan Udinese . . . visto davanti alla TV con altri milanisti pronti a sostenere le mie tesi:
1) Quale strano raptus coglie Gigio sotto la curva sud quando la palla gravita nell’out di sinistra? Già a Cagliari era stato colto dalla malsana voglia di fare il portiere volante tipo cortile o oratorio! Che debba smaltire ancora l’effetto Vecino/Icardi e tenda a prevenirlo? Stai in porta . . . li’ ti sei meritato un bel dieci.
2) Quale strano sistema tende a isolare Ibra da Leao esageratamente largo e Castilleyo impegnato a fare di tutto e di piu’ (molto bene, tra le altre cose)? Bonaventura parte largo ma poi si accentra troppo . . . non mi sembra il suo mestiere! Quindi, piu’ che un 4-4-2, questo a me sembra un 4-2-3-1 con interpreti non proprio nella posizione ideale per fare male all’avversario di turno (in certi momenti, con Jack che si abbassa, sembra di rivedere ancora l’odioso e improduttivo 4-3-3).
3) Quale impulso Zemaniano coglie il nostro coach (ma sarà lui?) nell’intervallo? Rebic vicino a Ibra piu’ Leao, Castilleyo e due terzini che sono due ali aggiunte in sovrapposizione perenne.
Il risultato, comunque, aritmeticamente e’ positivissimo: facciamo immediatamente goal e passiamo addirittura in vantaggio con un capolavoro balistico di Theo ma . . . nel frattempo rischiamo l’osso del collo e solo un Donnarumma versione Jascin ci tiene in vita! La squadra e’ sbilanciata, l’ha notato anche uno che stava degustando un caffe’ al bar dell’orologio, quello davanti all’ex trotter . . . senza guardare nemmeno il televisore!
4) Quale pensiero poco razionale e’ passato nel cervello del nostro pseudomister nel momento dell’ingresso in campo (finalmente, da otto minuti eravamo in vantaggio!) di un centrocampista, Krunic, al posto di colui che era riuscito fino a quel momento a interpretare le due fasi in maniera encomiabile, Castilleyo? Leao dovevi sostituire . . . Leao che la fase difensiva la digerisce come Amadeus quella canora! Infatti, da quella parte, uno, due, tre . . . libertà assoluta e goal del 2-2!
5) Quale Santo ha guardato da lassu’ per fare in modo che al minuto 93 Ibra e Rebic confezionassero la rete del definitivo sorpasso? Nessun Santo! Il CALCIO! Il FOOTBALL! Quella e’ la classica azione tra prima e seconda punta, Lautaro e Lukaku ne fanno a decine in una partita! Poco importa se nasce da un semi rimpallo . . . Boninsegna e Riva come fecero a sbloccare il match dell’Atzeca contro la Germania? Guardiamo piuttosto come ha preparato il tiro accarezzando con la suola la sfera uno che, comunque, rimane sempre un vicecampione del Mondo! Da Campione, appunto . . . non sarà un top, ma nemmeno una pippa da far marcire in panchina per un intero girone! Vero Giampioli?
6) Quale strano virus aveva attanagliato una squadra che aveva segnato con il contagocce per un anno e mezzo e improvvisamente, in una settimana, va a bersaglio OTTO VOLTE con soluzioni diverse e tecnicamente godibilissime (il primo di Rebic e’ da playstation!)?
7) Quale folle stratega ci ha fatto privare di un mediano equlibratore che di cognome fa Bakaioko? Con una diga simile, accanto, Bennacer avrebbe avuto ancor piu’ libertà di movimento e la difesa un frangiflutti che non ci farebbe rischiare le coronarie a ogni ripartenza avversaria! Urge andare a riprenderlo entro fine Gennaio, magari sacrificando qualcuno ritenuto fondamentale (?) fino al sospiratissimo cambio di modulo (ma quale? Prima o poi lo capiro’).
8) Quale supporter rossonero non vorrebbe Dani Olmo? Forse qualche vedova di colui che indossa la camiseta che ha lo stesso numero di questo ultimo punto! Peccato che lo spagnolo under lo vuole mezza Europa, quello over nessuno in Italia!
A Brescia Rebic/Ibra senza se e senza ma e Pioli . . . un complimento a Castilleyo in conferenza esprimiamolo UNA VOLTA! Perche’ e’ sempre il primo a uscire? Si sta giocando le sue carte . . . non occultiamogliele dal mazzo.
Forza Vecchio Cuore Rossonero . . . la fronte e’ fuori dall’acqua, ora cerchiamo di mettere fuori tutta la testa!

Mister Carlo Pogliani Malpensa24