Caldaia guasta, a Legnano una famiglia avvelenata dal monossido

monossido famiglia caldaia

LEGNANO – Amaro risveglio per una famiglia di Legnano. Quando nella mattina di oggi, lunedì 31 dicembre, i tre componenti si sono alzati, hanno avvertito un forte senso di nausea e malessere. Dopo aver dato l’allarme, sono stati portati in ospedale a Legnano, e poi al Niguarda di Milano, dove è stata diagnosticata loro un’intossicazione da monossido, dovuta al malfunzionamento di una caldaia.

Trattamento in camera iperbarica

Tutti e tre sono stati sottoposti al trattamento nella camera iperbarica, procedura che i genitori ripeteranno anche martedì 1 gennaio, ma nessuno di loro è in pericolo di vita. Una famiglia di tre persone, padre, madre e una bambina, si era svegliata questa mattina avvertendo un forte senso di nausea e grave malessere. Hanno allora chiamato il 118 che, alla palazzina di via Cremona dove sono residenti, ha inviato un’autoambulanza, poi seguita dai vigili del fuoco. I rilievi eseguiti hanno riscontrato una concentrazione altissima di monossido nell’appartamento al primo piano che, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stata causata da una caldaia guasta. Dopo il trasferimento in ospedale di Legnano è stato quindi deciso il trattamento in camera iperbarica al Niguarda.

monossido famiglia caldaia – MALPENSA24