Piscina di Legnano chiusa, polemico botta e risposta tra Lega e PD su manutenzione

legnano piscina lega pd polemica

LEGNANO – Esplode la polemica politica sulla chiusura forzata della piscina coperta di Legnano. Una decina di giorni fa il PD aveva puntato il dito sulla giunta Fratus per la mancata manutenzione dell’impianto. Accusa respinta dall’ex assessore leghista Gianluca Alpoggio, secondo il quale «nel bilancio di previsione approvato nel 2017 dall’allora giunta Centinaio, né in seguenti variazioni si riscontra la somma dichiarata con specifica destinazione per le verifiche della piscina». La colpa, dunque, sarebbe della precedente amministrazione di centrosinistra, rea di non aver destinato risorse per verificare le condizioni dell’impianto e scongiurane la chiusura. Il PD però non ci sta e oggi, domenica 1 dicembre, riporta uno per uno i riferimenti ai finanziamenti per la piscina contenuti nel bilancio previsionale 2017-2019.

Dem: «Soldi a bilancio, ma mai spesi per sicurezza della struttura»

Negli indirizzi per la gestione del patrimonio inseriti nel DUP (Documento unico di programmazione) era scritto “le risorse finanziarie verranno prioritariamente destinate ad opere di manutenzione e messa in sicurezza del patrimonio comunale” con esplicito riferimento, fra l’altro, alla piscina, mentre nel capitolo “Programmazione in materia di opere pubbliche” si leggeva di “studi di ulteriori interventi attivabili in relazione alle disponibilità finanziarie” e “realizzazione di ulteriori interventi per la riqualificazione e l’ammodernamento della piscina comunale”. Ancora, nella nota integrativa al bilancio previsione 2017-2019 compaiono 830.000 euro per la riqualificazione della piscina fra le opere degli anni precedenti da chiudere, più altri 250.000 euro di interventi fra le nuove opere da intraprendere.

Alpoggio: «Centrosinistra pensò solo all’impianto esterno»

alpoggio legnano piscina lega pd polemicaLa domanda è lecita: dove sono finiti quei soldi messi a bilancio? Secondo Alpoggio (nella foto a fianco), la giunta Centinaio preferì spendere «milioni di euro» per l’impianto esterno, senza dare priorità all’edificio della piscina coperta e alla sua manutenzione. L’ex assessore rivendica poi alla giunta Fratus il merito di aver «stanziato e speso diversi milioni per le verifiche strutturali degli edifici». Da parte sua, il PD ribatte che «la Giunta Centinaio ha avuto la possibilità di spendere quei pochissimi soldi che il nefasto patto di stabilità le lasciava e li ha messi su piscina, scuole, strade, piste ciclabili» mentre «Fratus e Cozzi, appena hanno avuto milioni di euro in tasca, hanno deciso di lanciare piani faraonici per il centro (parliamo di via Cavallotti?) e per la nuova biblioteca. Alla faccia del buon governo».

legnano piscina lega pd polemica – MALPENSA24