La Manara di Busto capitale del nuoto paralimpico con i Campionati Italiani

piscina manara busto campionati

BUSTO ARSIZIO – Si svolgeranno dal 5 al 7 luglio prossimi i 42° Campionati assoluti estivi di nuoto paralimpico. La manifestazione, che ha visto la prima edizione disputata nel 1977, accoglierà 176 atleti in rappresentanza di 53 società sportive. «E’ una grande emozione avere qui di fronte così tanti importanti atleti», ha esordito Martina Cambiaghi, assessore regionale ai Giovani e Sport, che
insieme al presidente Attilio Fontana ha partecipato oggi, giovedì 4 luglio, alla presentazione in Regione Lombardia.

«Poter ospitare questi Campionati per la quarta volta nella nostra città è certamente un onore – ha commentato Manuela Maffioli, assessore di Busto Arsizio, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale – ma è anche il riconoscimento del grande investimento che Busto sta attuando, oltre che nello sport, nella cultura dello sport, che consente alla pratica sportiva di nobilitarsi, diventando veicolo di valori, in questo caso dell’educazione all’inclusione. Vantiamo un grande impianto natatorio, che ospita competizioni nazionali e internazionali, ma questo evento ha un significato ulteriore, offrire a tutti la percezione di una dimensione di straordinaria normalità».

Gigi Farioli, assessore allo Sport ha sottolineato «l’importante sinergia tra amministrazione, Sport Management e la Pad di Busto Arsizio, che organizzano nel corso dell’anno i corsi per chi ha delle fragilità. Un’iniziativa che dà grande soddisfazioni anche alle famiglie dei ragazzi. Poter ospitare la più importante manifestazione nazionale nell’impianto della piscina Manara è il suggello e il riconoscimento del lavoro fatto e a tutta la città di Busto».

«Gli allenamenti, le gare e le conseguenti tante medaglie e riconoscimenti internazionali – ha spiegato Martina Cambiaghi – sono frutto di un duro lavoro e di un costante impegno quotidiano. A tutti voi che oggi siete qui in rappresentanza della Federazione Nuoto Paralimpico voglio fare i miei complimenti e augurarvi un grande in bocca al lupo per le prove in programma nel prossimo fine settimana».

«I giochi paralimpici – ha detto il presidente Attilio Fontana – hanno sempre più rilevanza e importanza, e la cosa mi fa molto piacere. Sono orgoglioso di aver contribuito a portare in Italia le Olimpiadi e le Paralimpiadi 2026. A Losanna abbiamo dimostrato di credere anche in questo tipo di sport e credo che questo sforzo sia stato apprezzato dagli esponenti del Cio».

La gara di Busto Arsizio sarà anche l’ultima valevole per la qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo, in programma a Londra a settembre. «Dobbiamo dire grazie a tutti, – ha
osservato Fontana – agli atleti e a chi si impegna con tanta determinazione nell’ambiente e dà la possibilità a questi ragazzi e ragazze di dimostrare che sono atleti di serie A e possono divertire il pubblico ed emozionarlo».

Infine ha concluso l’assessore Martina Cambiaghi: «Stiamo lavorando per tradurre dalle parole ai fatti lo slogan di Regione Lombardia “Sport per tutti”. L’esempio concreto è sicuramente il progetto che abbiamo firmato nei mesi scorsi con il Comitato Italiano Paralimpico che permette ai disabili di praticare sport».

Fra i presenti anche Alessia Berra che, agli ultimi Europei di Dublino, ha conquistato un oro nei 100 farfalla, un argento nei 200 misti e 4 bronzi nei 50, 100 e 400 stile e 100 dorso classe S 12. «I campionati italiani assoluti – ha detto la nuotatrice – sono il trampolino di lancio per i mondiali di Londra a settembre. Lo sport paralimpico è la punta di un iceberg, nel senso che chi partecipa è un atleta vero. Non siamo ragazzi a cui manca qualcosa». E ha aggiunto: «Poi ci sono tanti altri ragazzi che non hanno la fortuna di partecipare a gare così importanti che, però, attraverso lo sport paralimpico possono avere degli stimoli per capire che “si può fare”».

Tra le regioni con il più alto numero di atleti qualificati e iscritti alle gare figurano la Lombardia, con 58 atleti, il Veneto, con 22 atleti, e il Lazio, con 21.; le società più rappresentate e che hanno qualificato più atleti sono la Pohla Varese, 19 atleti, la Ss Lazio Nuoto, 14 atleti, la PHB Bergamo, 10 atleti, e l’ASPEA Padova, con 10 atleti. Le gare si svolgeranno in 4 sessioni, tra il pomeriggio di domani, venerdì 5 luglio e la domenica mattina del 7 luglio.

piscina manara busto campionati – MALPENSA24