Rinasce il polo socio sanitario di via Roma a Castellanza. Firmato l’accordo

castellanza palazzo brambilla

CASTELLANZA – Via Roma torna a essere un punto socio sanitario per tutti i cittadini di Castellanza e di tutto il territorio. Questo grazie a una convenzione tra Comune, proprietario della palazzina situata proprio in via Roma, Asst Valle Olona e Ats dell’Insubria.

L’accordo, firmato ieri, 27 dicembre, prevede la cessione dell’immobile in comodato d’uso all’azienda Socio Sanitaria Territoriale e all’Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria e consente da un lato di mantenere la destinazione socio sanitaria di quegli spazi e dall’altro di portare sul territorio nuovi servizi, quali gli uffici di Igiene e delle Malattie infettive entrambi appartenenti al Dipartimento Igiene Prevenzione Sanitaria, gestiti dall’Ats. Una mossa questa che permette all’Agenzia di Tutela della Salute di riunire “sotto lo stesso tetto” una serie di servizi prima dislocati su differenti sedi. A vantaggio, oltre che dei dipendenti, anche dell’utenza.

Al piano terreno dell’immobile invece non cambia nulla. L’Asst manterrà il suo presidio per attività istituzionali, in particolare, gli uffici di scelta e revoca, di assistenza domiciliare integrata e, per un periodo di almeno 6 mesi, la dialisi.

«Vorrei esprimere tutta la soddisfazione per il risultato raggiunto – ha commentato il sindaco Mirella Cerini – Grazie all’importante accordo, che ha una durata di dieci anni, rinnovabile per altri dieci, gli spazi di via Roma, da tempo inutilizzati, vengono completamente valorizzati e totalmente rioccupati, sottraendoli al rischio di abbandono e di sicuro degrado. L’intesa raggiunta è il risultato di mesi di contatti e valutazioni tecniche. Ed è la dimostrazione che le collaborazioni positive tra enti portano a risultati utili per la collettività, sia in termini di presenza di servizi che contribuiscono a mantenere alta l’offerta socio sanitaria territoriale, sia come ricaduta economica sulla città».

Infine Mirella Cerini ha ringraziato «i direttori generali uscenti dell’Ats Paola Lattuada  e di Asst Giuseppe Brazzoli che in questi mesi hanno dimostrato grande disponibilità fattiva collaborazione».

polo socio sanitario – MALPENSA24