Una colonna sonora lunga cent’anni con il Santa Cecilia di Borsano

santa cecilia borsano

BUSTO ARSIZIO – “Rocky”, “Il gladiatore” e “Nuovo Cinema Paradiso” sono sono alcuni dei brani che verranno eseguiti. Saranno infatti le più famose colonne sonore dei film a essere protagoniste a “Ciak…che ti porto al Cinema”, duplice concerto del Corpo Musicale Santa Cecilia al cinema Aurora di Borsano. La formazione, che si esibirà giovedì 6 dicembre e venerdì 7 alle 21, festeggerà nel 2019 cento anni di attività.

Da Disney a Morricone

Se l’anno scorso sono state protagoniste le big band del jazz americano, questa volta il tema scelto sono state le colonne sonore. Non potrà certo mancare un medley delle più famose musiche Disney, a cui seguiranno brani da film come “Rocky”, “Il gladiatore”, “La pantera rosa” e “Nuovo Cinema Paradiso”. Sono inoltre in programma omaggi al Morricone dei western o un pezzo come “The Typewriter” che accompagnava Jerry Lewis nella gag della macchina da scrivere. In conclusione sarà eseguita una composizione a tema natalizio, essendo il concerto di Borsano un tradizionale appuntamento di questo periodo dell’anno.

Più costruttivo che andare all’osteria

«La nostra realtà è stata fondata a Borsano nel 1919 e l’anno prossimo compirà cento anni di età». Così Alessandro Crespi, capobanda e tesoriere, ha raccontato la storia del Corpo Musicale Santa Cecilia. «La banda parrocchiale è nata dall’iniziativa del coadiutore Don Angelo Belloli nel primo dopoguerra. Con uno scopo ben preciso: non solo dare gioia, ma anche offrire alla gente qualcosa di più sano e costruttivo da fare che andare all’osteria. La formazione ha conosciuto un periodo di espansione tra i due conflitti, che poi si è ripetuto alla fine della Seconda Guerra Mondiale». Crespi suona il clarinetto e ha trascorso un paio d’anni al polo della vecchia Agusta a Yeovil, Inghilterra, dove si è unito a una banda locale. Sul potere unificatore della musica al di là delle frontiere dichiara: «Quello che è scritto sullo sparito è uguale in tutto il mondo». E sul Corpo Musicale di cui fa parte da più di trent’anni, composto oggi da venticinque musicanti e quaranta elementi del coro, aggiunge: «Ci sono componenti con più di ottant’anni che ancora ci suonano, è uno di quegli hobby che abbracciano più età. E non solo favorisce l’aggregazione, il nascere di una comunità facendo musica, ma è anche un passatempo molto sano e culturale che ti lascia qualcosa».

santa cecilia borsano – MALPENSA24