Europee, Tovaglieri: «Orgogliosa di essere stata scelta dai Giovani Padani»

tovaglieri giovani padani

BUSTO ARSIZIO – «Orgogliosa di essere stata scelta dai Giovani Padani. Anche se parlare di candidatura è davvero prematuro. Il mio nome è uno della rosa». Isabella Tovaglieri, vicesindaco di Busto Arsizio e probabile candidata a Bruxelles per il Carroccio, della querelle che sta tenendo banco in campo leghista, dice questo e poco altro. Anzi, se si fa accenno al derby che si è innescato con la gallaratese Claudia Mazzetti e le si chiede come il tutto sia nato e quale spiegazione si è data, risponde con una domanda: «Quale querelle?».

Insomma è chiaro che quel “io non so nulla” di Isabella Tovaglieri suona stonato. Come però è altrettanto chiaro che il vicesindaco di Busto in quel ginepraio, che si è creato a sua insaputa, non ci vuole mettere nemmeno la punta del naso. E lo fa capire con la frase successiva (per altro vera), già sentita anche da Francesco Speroni, è che inizia a diventare un mantra: «Chi sceglie i candidati non è Busto e neppure Gallarate. C’è una rosa di nomi che il segretario provinciale Matteo Bianchi sottoporrà ai livelli più alti del partito. Insomma star qui a fare il toto candidato non ha senso». E infine aggiunge e conclude: «In ogni caso posso dire di essere contenta ogni volta che il mio nome viene affiancato a quello della Lega e posso garantire che non ho avanzato alcuna candidatura. I Giovani Padani hanno individuato in me una possibile candidata e questo è motivo d’orgoglio».

tovaglieri giovani padani – MALPENSA24