“Trenord horror story” giovedì 13 con i giovani del Pd

trenord giovani pd

MILANO – In Lombardia l’opposizione ricomincia dai Giovani Democratici. I giovani del PD infatti si organizzano e ripartono dalla lotta per i diritti dei pendolari lombardi, per chiedere alla Regione e al governatore Attilio Fontana un netto cambio di rotta nella gestione di Trenord dopo i costanti ritardi e le cancellazioni di intere tratte con ingenti disagi per lavoratori e studenti. I GD Lombardia hanno quindi organizzato per giovedì 13 dicembre una giornata di mobilitazione in tutta la regione contro le politiche della Lega e di Forza Italia sul trasporto ferroviario. “Trenord horror story” il nome scelto per l’appuntamento, che inizierà con un volantinaggio in molte stazioni delle province lombarde, poi i giovani dem si sposteranno, alle 9.30, sotto al Pirellone per un presidio di protesta.

Il nuovo direttivo

La mobilitazione del 13 dicembre è la prima per i Giovani Democratici Lombardia dopo il congresso che, con le primarie aperte a tutti i giovani lombardi, ha eletto Lorenzo Pacini, milanese classe 1996, nuovo segretario regionale. Della nuova segreteria fanno parte la vicesegretaria Carolina Faccini (Lodi), Marco Redolfi (responsabile Organizzazione, Bergamo), Federico Bottelli (responsabile Enti Locali, Milano), Martina Gammella (responsabile Immigrazione, Pari opportunità e Diritti, Como), Alberto Bortolotti (responsabile Europa e Esteri, Brescia), Daniele Valli (responsabile Formazione, Monza), Francesco Olezza (responsabile Ambiente, Pavia) e Michele Castelnovo (responsabile Comunicazione, Lecco). Deleghe esterne alla segreteria sono state assegnate anche a Luca Vezzoli (responsabile Scuola, Brescia), Francesco Paladini (responsabile Università, Bergamo) e Michelangelo Moffa (responsabile Processi partecipativi, Varese), mentre le importanti deleghe a Lavoro e Trasporti restano in capo allo stesso Pacini. Presidente dell’Assemblea regionale è Paolo Pedotti di Busto Arsizio.

Trenord giovani Pd – MALPENSA24