Conforama licenzia 30 dipendenti: sciopero in azienda a Vergiate

vergiate sciopero licenziamenti

VERGIATE – Trenta dipendenti della sede centrale Conforama saranno licenziati: oggi 25 febbraio i lavoratori del punto vendita di Vergiate hanno scioperato per protestare contro la decisione della società che commercia mobili e complementi d’arredo. «Nuovi licenziamenti senza motivazioni. Si mette a rischio la sopravvivenza di tutto il sistema Conforama», ha commentato il sindacato.

Lungo periodo di tagli

Nell’incontro nazionale dello scorso 5 febbraio, Conforama Italia ha annunciato il licenziamento di 30 lavoratori del comparto amministrativo della sede centrale: il tutto senza spiegare le motivazioni della decisione. Per questo motivo questa mattina i dipendenti di Vergiate a hanno scioperato in segno di protesta verso una presa di posizione dell’azienda che – spiega Simona Menegale, Fisacat Cisl – viene «da un lungo periodo di tagli del personale, che ha portato a quasi duecento lavoratori in meno». Continuano i tagli «senza pensare alla salvaguardia dell’occupazione – continua Menegale – e a misure di sostegno del reddito».

Chiediamo spiegazioni

Al contempo è stato disposto lo spostamento del personale amministrativo di Emmezeta Moda da Vergiate a Milano, sempre senza «plausibili giustificazioni tecniche. Per i lavoratori di Emmezeta moda, sede e negozi, sono stati previsti degli ammortizzatori sociali con una cassa di solidarietà fino al 31 marzo prossimo. Mentre per quanto riguarda Conforama, l’azienda parla di aprire due nuovi punti vendita, ma intanto taglia sul personale. Facendolo proprio a partire dalla sede centrale: decisione che rischia di far implodere tutto il sistema». «Per questo chiediamo spiegazioni valide – conclude la delegata sindacale Violet Lanzarini – Quello di Vergiate è infatti il primo punto vendita storico dell’azienda».

vergiate sciopero licenziamenti – MALPENSA24