Noi Insieme critica il rimpasto di giunta ad Albizzate. «Zorzo ammetta i suoi errori» 

albizzate inaugurazione piazza

ALBIZZATE – «Non ci interessa entrare nel merito delle decisioni del sindaco Mirko Zorzo: le motivazioni delle scelte riguardano esclusivamente i rapporti tra i componenti della maggioranza». Secondo Noi Insieme, gruppo di opposizione ad Albizzate, il rimpasto di giunta effettuato dal primo cittadino a inizio settembre è stato sbagliato «nelle modalità, tempistiche e conseguenze di queste decisioni».

Le modalità 

In merito al primo aspetto, «siamo costretti a notare ancora una volta che il sindaco Zorzo continua a non tenere in considerazione alcuna il ruolo della minoranza in consiglio comunale tant’è che non ha ritenuto doveroso informare i consiglieri di Noi Insieme della redistribuzione delle deleghe prima di darne notizia alla stampa». Certamente non aveva e non ha alcun obbligo di farlo, ma secondo la minoranza c’è un “galateo istituzione” che ritiene vada sempre rispettato, in quanto rappresenta pur sempre un consistente numero di cittadini che «il primo cittadino di Albizzate ha il dovere di rispettare». 

Le tempistiche 

Inoltre, per Noi Insieme se dopo appena due quinti di mandato «il sindaco-allenatore ritiene di dover frettolosamente correre ai ripari per cambiare i ruoli dei suoi giocatori svuotandone completamente uno per riempirne altri, perché di questo in definitiva si tratta, ammetta almeno di aver sbagliato in origine». Per Mariangela Cassese e il suo gruppo non si può parlare di un semplice tagliando, ma di una vera e propria manutenzione straordinaria giudicata necessaria per tentare di raggiungere gli obiettivi del programma elettorale. «Ma allora: sbagliate le persone o promesse elettorali troppo ambiziose da poter essere mantenute? Basterà cambiare assetto per cogliere tutti gli obiettivi?». 

Le conseguenze 

Infine le conseguenze. «Leggiamo dalla stampa che il sindaco ritiene che l’unità sia un valore importante e che la sua manovra mantiene inalterata la composizione (immaginiamo si riferisca alla composizione politica) della sua Giunta. Ma in un “paese a metà servizio” per i cittadini come è diventato Albizzate (metà assistente sociale – metà bibliotecaria) ci possiamo permettere assessorati a costo pieno ma a meno della metà del loro potenziale di responsabilità? Esiste un altro Comune di 5000 abitanti con un assessorato le cui deleghe sono state ridotte al Benessere animale e al Commercio? Forse sì nel pianeta degli equilibristi». 

Albizzate rimpasto giunta opposizione – MALPENSA24