Alle Fontanelle arrivano dolci per i bimbi che devono fare il tampone

varese caramelle bimbi fontanelle

VARESE – Dolci e caramelle: il punto tamponi drive through delle Fontanelle di Malnate ha fatto nuove scorte. Questa l’iniziativa di “Lontanimanonsoli”, progetto nato la scorsa primavera su iniziativa di Daniele Mariani – primo samaratese ricoverato per Covid – con l’obiettivo di restare vicino alle persone costrette all’isolamento forzato. E non solo, a quanto pare. Il centro tamponi è stato rifornito di dolciumi. Un modo per alleviare la tensione che coglie impreparati i più piccoli. Come spiega il consigliere provinciale delegato alla Protezione Civile, Alberto Barcaro: «Un bambino, costretto a farsi mettere un tampone nel naso, in un luogo che non conosce e pieno di persone vestite come astronauti, vorrebbe trovare qualcosa a di bello a cui aggrapparsi».

«Un piccolo gesto che fa la differenza»

Regalare caramelle è un gesto che può lenire la tensione in un contesto nuovo come un centro tamponi. Soprattutto per i bambini. «E’ un piccolo pensiero che però può fare la differenza», sottolinea Barcaro. «Sono proprio i piccoli gesti che possono dare grandi soddisfazioni. Per questo Daniele si è proposto per procurare dei simpatici sacchettini con le caramelle, da consegnare ai più piccoli per affrontare il fastidio del tampone». E fin da subito è un’iniziativa che ha avuto successo. «La bimba che ha ricevuto il primo pacchetto era arrivata piangendo. Ma è andata via sorridendo».
C’è anche un piacevole precedente: «A novembre l’associazione Maya di Biummo aveva donato delle caramelle. E gli operatori avevano constatato come questo gesto aiutasse i bambini a collaborare meglio. Ecco perché l’iniziativa di Daniele è stata particolarmente gradita».

Le iniziative di Lontanimanonsoli

«Daniele, con la carica di entusiasmo che lo contraddistingue, riesce ad aggregare attorno a sé un gruppo di persone che, positivamente contagiati dall’idea, iniziano a raccogliere donazioni finalizzate a migliorare il periodo di ricovero nelle strutture ospedaliere del territorio», specifica Barcaro.  Che aggiunge: «Frigoriferi e tablet, ma anche biancheria intima e dispositivi di protezione. E sono solo alcuni degli aiuti tangibili che Lontanimanonsoli ha distribuito in questi mesi ai reparti Covid della zona». Conclude così: «Questo virus ci ha costretto a rivoluzionare la nostra vita, ma ha spinto anche a dare il nostro contributo per alleviare le sofferenze altrui. Così nascono grandi idee che ci fanno sentire come una grande famiglia».

Un mese alle Fontanelle: in una lettera i pensieri di volontari e professionisti

varese caramelle bimbi fontanelle – MALPENSA24