Anche Castano fuori dall’emergenza: tributi posticipati per favorire la ripresa

castanoprimo emergenza tributi landini

CASTANO PRIMO – Contagi da diversi giorni in netta diminuzione a Castano Primo, fino all’azzeramento: è quanto ha comunicato oggi, mercoledì 3 giugno, l’Amministrazione comunale, sottolineando «il senso di responsabilità e di sacrificio dei cittadini castanesi» e guardando avanti. «Purtroppo – osserva l’assessore alle finanze, Alessandro Landini – la quarantena e le misure di contenimento hanno portato diversi problemi economici in capo alle famiglie e alle imprese, che si portano dietro tuttora seppure con un lieve miglioramento». Di qui alcune misure decise dal Comune.

TARI e IMU rinviate a settembre

castanoprimo emergenza tributi landiniLandini (nella foto) anticipa alcuni provvedimenti che attendono solo l’approvazione formale della giunta. Si tratta del posticipo di due imposte: anche la seconda rata della TARI (la tassa sui rifiuti) sarà rinviata dal 30 giugno al 30 settembre, dopo il proficuo confronto in tal senso con il Consorzio dei Navigli. Sarà inoltre possibile posticipare, sempre al 30 settembre, il termine di pagamento dell’IMU (la tassa sugli immobili) inviando una semplice richiesta via e-mail all’ufficio tributi del Comune. «Non è molto – ammette l’assessore – ma per il bilancio di Castano sono scelte importanti. Laddove sia possibile rendere la ripresa più facile, rapida e serena ritengo sia doveroso da parte nostra intervenire».

castanoprimo emergenza tributi landini – MALPENSA24