La maggioranza allargata vota l’area della Nord. Favorevole anche Busto al centro

area nord consiglio

BUSTO ASIZIO – Il piano d’inquadramento dell’area delle Nord contenuto nella variante del pgt passa a larghissima maggioranza in consiglio. Anzi, con i voti a favore di Busto Al centro, si potrebbe dire che passa con la nuova maggioranza allargata.

Certo l’allargamento non è ufficiale. Del resto la politica ha i suoi riti, i suoi tempi e i suoi movimenti. Però non si può nemmeno non prendere atto che ieri gran parte del consiglio, seppur con parecchie assenze, ha dato un convinto voto favorevole e che sarà decisivo per sbloccare il recupero dell’area delle Nord. Quella parte di città  dove tutto è rimasto per anni congelato, tranne il degrado. Anche chi non ha alzato la mano per dire sì, ovvero il Pd, si è astenuto. Più per questioni di sostanza che di forma.

E che quello compiuto ieri rappresenta un passo decisivo per la città lo si evince anche dalle dichiarazioni di Isabella Tovaglieri. L’assessore che in questi due anni ha lavorato insieme agli uffici, fino a portare a casa il risultato. «Sono contenta sia per il traguardo raggiunto, sia per gli apprezzamenti positivi, arrivati da maggioranza e opposizioni, sul lavoro svolto».

area nord consiglio tovaglieriCambia tutto rispetto al passato, come già spiegato in un recente articolo pubblicato su Malpensa 24. Sarà più semplice intervenire, gli operatori privati avranno maggiori margini di manovra e di libertà, seppur nel rispetto di un quadro generale che fissa una serie di paletti fondamentali per garantire all’area un recupero armonioso ed omogeneo.  Se quanto sta sulla carta troverà tra qualche anno riscontro anche nella realtà, quella parte di Busto diventerà un centro vitale. Anzi una parte integrante del centro città. Dove abitare, ma anche fare shopping. E con tanto verde che caratterizzerà l’intero aspetto della zona. «Quel che vogliamo evitare è che l’area delle Nord diventi un grande centro commerciale o un quartiere dormitorio», ha spiegato Tovaglieri. «Per questo abbiamo previsto un mix di destinazioni: accanto al residenziale, ci saranno anche il commerciale e il terziario direzionale».

Non meno importante, anche se a prendersi la scena è stato il passaggio sull’area delle Nord, è stata l’approvazione delle misure per agevolare l’insediamento e l’ampliamento delle attività commerciali e produttive, con particolare attenzione ai centri storici e alla loro riqualificazione. Troppo vincolanti le norme vigenti. «Ora per chi vuole aprire un negozio in centro sarà tutto più semplice». Ha concluso Isabella Tovaglieri, aggiungendo: «La realizzazione dei parcheggi pertinenziali, ad esempio, potrà essere monetizzata e il comune si impegna a realizzarne di nuovi a corollario del centro. Più grandi anche le dimensioni dell’area di vendita che passa da 500 a 1000 metri quadrati. Questo per favorire l’arrivo dei grandi brand. Il tutto anche a vantaggio di tutto il commercio cittadino».

 

area nord consiglio – MALPENSA24