Astuti (Pd) sui trasporti: «I pendolari vogliono chiarezza su rimborsi e orari»

lombardia astuti zona rossa danni
Samuele Astuti

MILANO – Il Partito Democratico scende in campo a sostengo dei pendolari lombardi, soprattutto quelli delle periferie, penalizzate dai tagli alle corse. «Chiediamo chiarezza su orari e rimborsi e un’interlocuzione con i viaggiatori che oggi ancora non c’è», denuncia il consigliere regionale del Pd, Samuele Astuti.

Facciamo chiarezza

Una richiesta di chiarezza su orari e rimborsi e un’interlocuzione con i pendolari che oggi ancora non c’è. Questa la richiesta del consigliere regionale del Pd a commento della risposta data dall’assessore ai Trasporti, Terzi alla question time presentata oggi in aula dal Pd.

L’interrogazione chiedeva chiarezza sulla programmazione del servizio, puntualità delle corse e rimborsi degli abbonamenti non utilizzati e convocazione dei tavoli territoriali. «Chiediamo equità, collaborazione ed efficienza – sottolinea Astuti – tutti elementi che ad oggi non ci sono proprio e un’attenzione a un servizio orientato, in prospettiva, alle esigenze degli studenti».

Periferie penalizzate

I democratici hanno quindi chiesto un dialogo con i Comitati dei pendolari, che denunciano l’inadeguatezza del servizio e non sono stati convocati ai tavoli territoriali del servizio ferroviario regionale dal 7 novembre 2019. «Non è accettabile che rispetto all’area metropolitana milanese siano state penalizzate le aree periferiche, con un taglio significativo delle corse. Di fatto è stato superato l’orario cadenzato e sostituito con un modello diverso. Servono risposte certe subito. Non possiamo dimenticare che la necessità di soddisfare i bisogni dei pendolari si lega a quella di rilanciare al più presto la Lombardia», conclude Astuti.

Tagli al Malpensa Express, Pd e M5S con i pendolari: «Regione ripristini il servizio»

astuti pd pendolari lombardia – MALPENSA24